domenica, 24 Ottobre 2021

USA, minore interesse per la destinazione dopo l’elezione di Trump

Kayak.it ha analizzato la tendenza del settore turistico dopo l’elezione di Donald Trump a presidente degli USA. La prima cosa che si evidenzia, è il calo consistente dell’interesse del mondo intero per gli Stati Uniti come destinazione: il giorno successivo alle elezioni (9 novembre) si è registrato un calo delle ricerche di voli verso gli USA del 30% rispetto a qualsiasi altro mercoledì dell’anno. Anche a confronto con le ricerche effettuate il mercoledì precedente alle elezioni (1/11/2016) la diminuzione delle ricerche di voli è significativa: -23%.

A guidare la squadra degli scettici che per il momento preferiscono astenersi dal visitare gli Stati Uniti sono gli italiani: mettendo a confronto le ricerche di voli verso gli USA effettuate l’1 e il 9 novembre il calo tocca addirittura il 33%. Dal confronto sull’intero anno, invece, gli italiani sono solo terzi (-17%), preceduti dai polacchi (-34%) e dai francesi (-23%). In netta controtendenza, i tedeschi che confermano interesse per le offerte di viaggio, con ricerche che addirittura si impennano durante la settimana delle elezioni (+121%). Interessanti anche i risultati dell’analisi delle ricerche per gli hotel del magnate americano. Dopo il primo dibattito del 26 settembre i Trump Hotel hanno registrato il più significativo crollo di interesse su scala globale di tutto il 2016 (-24%), per poi procedere secondo una curva ascendente che ha ripreso quota in particolare dopo il terzo e ultimo dibattito. Il secondo e il terzo dibattito si rivelano più positivi per i Trump Hotel, con un aumento del 10% al termine di entrambi rispetto a quanto registrato la settimana del primo dibattito.

News Correlate