martedì, 19 Gennaio 2021

10 mln di turisti nei camping italiani nell’estate 2014

Sarà nel complesso stabile il mercato dell’open air nella stagione 2014. Un’indagine condotta da Faita-FederCamping sostiene che dovrebbero registrarsi non meno di 10 milioni di arrivi (nel 2013 erano stati 9,8 milioni) nei 2.650 campeggi e villaggi turistici italiani, per un totale di circa 70 milioni di presenze (69 milioni nel 2013). 

Il risultato è particolarmente significativo se si considera l’andamento complessivamente negativo del mercato turistico nazionale e se si valuta che oltre il 40% degli ospiti dell’open air sono stranieri. Anche quest’anno si registra l’indicazione di una sostanziale tenuta dell’incoming dall’estero e di una flessione contenuta del mercato interno (-2%). Il fatturato complessivo del settore si aggirerà intorno ai 4 miliardi di euro con una lieve flessione rispetto al 2013 (-1%) mentre la spesa media pro capite è intorno ai 50 euro al giorno. In proposito va ricordato che, nonostante i pezzi invariati, il peso delle nuove tassazioni incide aggiuntivamente fino al 10% della spesa per il pernottamento e spinge gli ospiti, specie quelli italiani, a contrarre sia i consumi per svaghi e servizi che i tempi medi di permanenza nelle strutture (attualmente di 7 giorni).

Riguardo alla scelta della modalità di soggiorno, si conferma la tendenza consolidata in questi anni con una prevalenza di soggiorni in bungalow e case mobili (il 40% delle presenze) mentre dovrebbe confermarsi il dato in lieve crescita di ospiti con camper e roulotte (il 35% delle presenze). Invece, cala ancora la quota di ospiti in tende (meno del 25% delle presenze).

News Correlate