sabato, 23 Gennaio 2021

Italiani pronti a partire per il Ponte Immacolata. Italia meta al top

Saranno oltre 3,5 milioni gli italiani che andranno in vacanza per il Ponte dell’Immacolata. Complessivamente, a partire per il viaggio sarà l’8% della popolazione maggiorenne – pari a circa 3.550.000 di persone – per una spesa media di 644 euro a persona e un giro d’affari complessivo di circa 2,3 miliardi di euro. A rivelarlo il sondaggio Confesercenti SWG sui consumi, le abitudini e le vacanze degli italiani nella stagione natalizia.

Le vacanze dell’Immacolata saranno all’insegna della coppia e della famiglia. Il 35% degli intervistati, infatti, prevede di trascorrere la vacanza con il proprio partner, mentre un altro 35% dichiara che partirà con la propria famiglia per godersi l’inizio della stagione natalizia. Per Il 23%, invece, gli amici saranno la compagnia migliore per vivere il soggiorno in allegria e relax. Boom dei viaggiatori solitari: il 6% ha intenzione di partire da solo, mentre l’1% opterà per un viaggio di gruppo organizzato.

Il web rimane il modo preferito per pianificare ed acquistare il viaggio, scelto dal 42% di chi andrà in vacanza durante il prossimo ponte. Ma c’è un 14% – una quota in ascesa sullo scorso anno – che decide di affidarsi all’esperienza di un’adv o ad un TO. Ma c’è anche un 13% che parte alla ventura, senza prenotazioni, ed un 8% che invece aspetta un’offerta last minute. A questi si aggiunge un 21% che non ha bisogno di prenotazioni, perché trascorrerà il ponte in una casa privata, di amici o di parenti. Il 2%, invece, opterà lo ‘scambio di casa’ per trascorrere i giorni di riposo prescelti.

L’Italia è la meta turistica preferita per il 57% del campione. Per l’Immacolata 2016 saranno 4 su 10, a scegliere un soggiorno in una capitale europea, mentre il restante 3% di vacanzieri si recherà in un paese extraeuropeo. Tra le destinazioni europee più gettonate troviamo Vienna, Berlino, Madrid e anche Parigi, che si mantiene tra le mete più scelte, anche se non si è ancora ritornati ai livelli di due anni fa.

News Correlate