lunedì, 6 Dicembre 2021

Australia riapre i confini ai Working Holiday Makers

Dall’1 dicembre 2021, i giovani italiani vaccinati e in possesso del visto Working Holiday Visa potranno entrare nuovamente in Australia. I visti necessari sono Working Holiday Makers (Subclass 417) e Work and Holiday Visa (Subclass 462).
“Il ritorno dei giovani viaggiatori in Australia dal 1° dicembre è un ottimo segnale per l’industria del turismo australiano. I WHV sono importantissimi per l’intera industria turistica australiana in quanto tendono ad avere una permanenza media nel paese più lunga della media, viaggiano molto anche al di fuori delle grandi città e, in virtù della lunghezza del soggiorno, tendono a spendere più rispetto agli altri segmenti”, ha commentato Phillipa Harrison, Managing Director di Tourism Australia.
Nel 2019 i Working Holiday Makers hanno apportato all’economia turistica un contributo di 3,2 miliardi di dollari rappresentando il 7% della spesa totale dei visitatori – inoltre i viaggiatori Working Holiday Makers spendono in gran parte ciò che guadagnano in Australia, con una spesa media a persona pari a 10.400 dollari.
Eva Seller, Tourism Australia Regional General Manager Continental Europe ha commentato che questa notizia rappresenta una grande opportunità per i giovani che potranno così tornare a vivere un’esperienza di lavoro e vacanza in Australia, sviluppando anche le competenze utili per il loro futuro.
“L’esperienza con la Working Holiday Visa è una fantastica opportunità che permette ai giovani di vivere un’avventura unica che permetter di viaggiare lavorando. Entrando nel periodo tipicamente estivo, molti operatori del turismo australiano sono alla ricerca di personale. Questa potrebbe essere una buona opportunità per coloro che cercano di crescere professionalmente nel settore del turismo, molteplici sono i posti di lavoro situati anche in alcune delle più spettacolari località di vacanza del paese”, conclude Eva Seller.
Non importa quale sarà il lavoro che troveranno i giovani viaggiatori, sperimentare una working holiday in Australia sarà sicuramente un’avventura che garantirà loro di acquisire più autostima e crescere professionalmente prima del loro rientro a casa.

News Correlate