giovedì, 29 Luglio 2021

Boom di casi da Parigi a Londra, Danimarca controcorrente

L’ombra del Covid continua ad allungarsi minacciosa sull’Europa, dove sono Gran Bretagna e Francia a far registrare l’impennata più forte e preoccupante di contagi. Due giorni dopo la celebrazione del Freedom Day, ovvero la caduta di tutte le restrizioni, il Regno Unito conta 44.104 nuovi casi nelle ultime 24 ore e 73 morti: il numero di contagi nell’ultima settimana è aumentato del 35,8% rispetto ai sette giorni precedenti. Nello stesso periodo i decessi sono cresciuti quasi del 60%.

E anche in Francia c’è una fortissima progressione del virus legata alla variante Delta: 21.000 casi in un giorno, proprio mentre entra in vigore l’obbligo del pass sanitario per luoghi di svago e di cultura come cinema e musei, in attesa che le restrizioni includano anche bar e ristoranti a partire da inizio agosto, come deciso da Emmanuel Macron. In molte zone turistiche, dove l’epidemia sembra ripartire, torna anche l’obbligo delle mascherine all’aperto.

Mentre i contagi aumentano un po’ ovunque, l’unica eccezione nel continente sembra la Danimarca, dove il tasso di riproduzione del virus sta diminuendo rispetto all’inizio di luglio: forse anche per merito del suo Coronapas, l’app necessaria per entrare all’interno di ristoranti, bar, musei e anche parrucchieri che certifica se una persona ha avuto un risultato negativo del test anticovid nelle ultime 72 ore, la vaccinazione o una prova di precedente infezione.

News Correlate