Il Brasile punta sulla sicurezza dei turisti: al via collaborazione tra 3 ministeri

Le località turistiche brasiliane con il maggior numero di visitatori stranieri riceveranno un’attenzione speciale dagli organismi di pubblica sicurezza. Il ministero della Giustizia e della Pubblica sicurezza e quello del Turismo, insieme all’Ente brasiliano per la promozione del turismo internazionale (Embratur), hanno firmato un progetto di azione congiunta per garantire la sicurezza di questi turisti che visitano il Brasile.

L’idea è quella di stabilire 15 destinazioni prioritarie, 5 in ciascuna regione del Paese sudamericano, in cui le zone di sicurezza turistica strategica nazionale saranno implementate come progetto pilota. Le zone strategiche di sicurezza turistica riceveranno attrezzature per la protezione e l’assistenza ai turisti. L’obiettivo è individuare professionisti qualificati, con divise differenziate e tecnologie come l’uso di droni e intelligenza artificiale per le indagini.

Il ceo di Embratur, Gilson Machado Neto, ha affermato che l’obiettivo sono i turisti stranieri, ma presto il progetto si estenderà al turismo domestico. Per il dirigente, “dal momento in cui il crimine si riduce in un Paese, l’ambiente per gli affari e il turismo migliora notevolmente”. A suo avviso questa collaborazione tra i ministeri mira anche a risolvere un problema commerciale, rafforzando ulteriormente la sicurezza pubblica nelle destinazioni turistiche e, di conseguenza, portando un impatto positivo sull’immagine del Brasile con l’espansione del flusso turistico. Il gruppo dovrebbe anche proporre una visita tecnica a destinazioni internazionali considerate esempi di sicurezza turistica, come Barcellona, Lisbona e Miami.

News Correlate