domenica, 24 Ottobre 2021

Cile riapre a stranieri vaccinati dal 1 ottobre con test Pcr negativo 

Il governo del Cile ha annunciato la riapertura delle frontiere all’ingresso degli stranieri vaccinati dall’1 ottobre. L’annuncio giunge dopo diverse settimane di calo dei casi e un tasso di positività al coronavirus che non supera l’uno per cento a livello nazionale.
Gli stranieri che viaggiano nel paese sudamericano “dovranno avere un test PCR negativo di un massimo di 72 ore prima dell’imbarco, un’assicurazione medica e un certificato di vaccinazione del paese di origine. E’ importante che le persone che entrano nel Paese rispettino queste misure, effettuino l’autocertificazione”, ha affermato la sottosegretaria cilena.
Daza ha annunciato che dall’1 ottobre non saranno più utilizzati hotel di transito nel Paese, e le persone che arrivano in Cile dovranno rispettare una quarantena di 5 giorni se munite di ‘Pase de Movilidad’, il documento che attesta la vaccinazione completa, e di 7 giorni se sprovvisti di certificazione. Gli aeroporti autorizzati per la partenza dei cileni e degli stranieri residenti e non residenti in Cile saranno quelli di Iquique, Antofagasta e Arturo Merino Benítez.

News Correlate