sabato, 31 Ottobre 2020

Iran, 7,8 mln presenze e +52% stranieri nonostante sanzioni Usa

Nonostante le sanzioni americane continua a crescere il turismo straniero in Iran. A indicarlo sono i dati relativi agli arrivi dall’estero, che nell’ultimo anno del calendario persiano – conclusosi il 20 marzo scorso – sono stati 7,8 milioni, in aumento del 52,5% rispetto ai 5,1 milioni di quello precedente.

“Nell’ultimo anno iraniano le sanzioni sul settore del turismo hanno riguardato anche dalla cancellazione o riduzione di voli diretti dall’estero, ma fortunatamente i mercati regionali e la Cina erano nella nostra agenda per l’attrazione di turisti stranieri e hanno neutralizzato gli effetti” negativi, ha spiegato Ali Asghar Mounesan, responsabile dell’organizzazione per il Turismo, l’Eredità Culturale e la Manifattura di Teheran, citato dall’Irna.

Secondo questi dati, si è registrata una crescita del 74% degli arrivi dalla Turchia, mentre altri “aumenti significativi” riguardano i visitatori da Russia, Iraq, Oman, Armenia e Azerbaijan. Secondo funzionari di Teheran, a contribuire all’aumento dei turisti stranieri è stata anche la svalutazione del rial.

News Correlate