giovedì, 30 Giugno 2022

Le Filippine lanciano campagna turistica all’insegna dell’inclusività

I programmi a sostegno dei temi sociali del Dipartimento del Turismo (DOT) sono al centro di ‘It’s More Fun for All’, la nuova campagna delle Filippine che promuove l’inclusione e l’accessibilità nel settore turistico. La campagna mette in evidenza i programmi dell’Ente, ovvero: l’integrazione, la difesa dei diritti delle donne e della sicurezza dei bambini (TouRISM WoRCS), il turismo senza barriere (BFT), e il riconoscimento dei servizi di eccellenza (FBSE).
“Attraverso questa campagna, crediamo che le nostre battaglie per l’emancipazione delle donne, per le persone con disabilità e per la protezione dei bambini nel turismo otterranno il sostegno necessario da parte dei governi locali e degli operatori del turismo per rendere il nostro settore più inclusivo, accessibile, sicuro e divertente per tutti”, ha detto la Segretaria al Turismo Berna Romulo-Puyat.
La campagna presenta una serie di video su storie e casi di studio di lavoratori del turismo che hanno beneficiato dei programmi a sostegno dei temi sociali del Dipartimento. Tra loro ci sono il presidente dell’Associazione degli operatori nautici Ka Tung Samson, la guida turistica comunitaria Rubelyn Sarigumba, la tessitrice di Ilocos Sur Virignia Dominguez, l’operatore turistico comunitario di Santa Cruz Isang Ibrahim, la guida turistica sorda di Manila Emerson, il comandante della sezione investigativa e Detective di Boracay Maricel Guevarra, e la direzione e il personale del Museo ng Muntinlupa.
TouRISM WoRCS è un programma a sostegno dei temi sociali che mira ad educare gli operatori turistici sul loro ruolo nell’eliminazione degli abusi su donne e bambini. Ciò comporta la formazione degli operatori turistici sulle leggi che tutelano le donne e i bambini, nonché sulle politiche e i programmi governativi contro il traffico di esseri umani.
Il programma comprende anche corsi di formazione che mirano ad un maggiore inserimento delle donne nell’industria del turismo, come il programma Kulinarya, in cui le partecipanti ricevono una formazione professionale e mezzi di sostentamento, sulla preparazione e presentazione di piatti tipici per i turisti.
Il programma BFT, invece, consente ai viaggiatori con esigenze speciali, come disabili, anziani e donne in gravidanza, di partecipare e vivere esperienze turistiche con il massimo della comodità e convenienza. Il programma offre anche l’opportunità alle persone con mobilità ridotta di lavorare attivamente nell’industria del turismo.
Infine, il programma FBSE si propone di migliorare e innalzare la qualità dei servizi turistici nel Paese. È stato concepito per promuovere l’eccellenza del servizio in tutte le strutture turistiche, dotando la forza lavoro del Paese di un modo unico ed eccezionale di assistenza al cliente, fondato sulle 7M o sui valori fondamentali filippini di Maka-Maylikha, Makatao, Maka-kalikasan, Makabansa, Masayahin, May Bayanihan e May Pagasa e cioè creatività, umiltà, attenzione all’ambiente, patriottismo, felicità, eroicità e speranza.
“I programmi a sostengo dei temi sociali del DOT sono concepiti per rappresentare tutto ciò che di buono c’è nel settore turistico filippino. Servono da guida a tutte le strutture e le organizzazioni coinvolte nel turismo, per accogliere correttamente tutti i tipi di turisti, offrire le stesse opportunità e proteggere i gruppi vulnerabili”, ha detto Puyat.

News Correlate