mercoledì, 23 Settembre 2020

Norvegia, stop a scali navi da crociera dopo focolai Covid-19 su nave Hurtigruten

La Norvegia ha annunciato restrizioni per le crociere lungo le sue coste dopo la scoperta di decine di casi di coronavirus a bordo di una nave della compagnia norvegese Hurtigruten che si è scusata e ha ammesso i suoi “errori”. D’ora in poi e per almeno due settimane, le navi che trasportano più di 100 persone, incluso l’equipaggio, non saranno più in grado di sbarcare i passeggeri nei porti del paese nordico, ha dichiarato il ministro della Salute Bent H›ie in una conferenza stampa. Questa misura non riguarda i traghetti ma una mezza dozzina di compagnie di navigazione.

La compagnia Hurtigruten ha deciso di sospendere tutte le cosiddette crociere dopo la scoperta di un cluster su una sua nave di lusso dove almeno 41 persone, 36 membri dell’equipaggio filippini e cinque passeggeri, sono risultate positive dopo due crociere fatte a luglio a bordo della MS Roald Amundsen tra la Norvegia continentale e l’arcipelago delle Svalbard nell’Artico.

La comparsa di questo focolaio in un paese che è riuscito finora a frenare la pandemia ha suscitato critiche nei confronti dell’armatore, accusato di aver riavviato prematuramente i suoi affari i e di aver ritardato, dopo la rilevazione del primo caso di infezione, nell’informare i 386 passeggeri che hanno preso parte alle crociere in questione.
“Abbiamo fallito, abbiamo commesso errori”, ha ammesso il DG dell’azienda Daniel Skjeldam in una conferenza stampa – Offro le mie scuse più profonde”.

La polizia norvegese, da parte sua, ha annunciato l’apertura di un’inchiesta. Intanto il Roald Amundsen è già fermo a Troms› e il Fridtjof Nansen e lo Spitsbergen rimarranno a loro volta ancorati alla fine delle attuali crociere prevista nei prossimi giorni.

L’Istituto norvegese di sanità pubblica ha richiesto che tutti i passeggeri delle due crociere interessate osservino una quarantena di dieci giorni dal loro ritorno a terra e siano sottoposti a test. La stragrande maggioranza di questi croceristi sono norvegesi, ma l’elenco comprende anche alcuni passeggeri di nazionalità tedesca, danese, britannica, americana, francese, estone e lettone.
Hurtigruten è stato uno dei primi operatori a riprendere le sue attività in questo settore colpito dalla pandemia.

News Correlate