martedì, 23 Aprile 2024

Dai grandi eventi sportivi italiani un ritorno di 4 mld

Oltre 3 miliardi di euro da ritorni diretti, 800 milioni di euro da quelli indiretti, circa 90.000 partecipanti. Solo il gran Premio di Formula 1 ad Imola, quest’anno, ha portato 274 milioni di euro di benefici totali, compresi quelli per il settore turistico. Quello di Monza, invece, del centenario, con 340.000 spettatori nei tre giorni della manifestazione è stato il primo evento in Italia per pubblico. Sono i numeri dei grandi eventi sportivi presentati da Aci, Automobile Club d’Italia, partner istituzionale degli Stati generali del turismo.
“Negli ultimi tempi abbiamo registrato una forte escalation nel numero e nella crescita dei grandi eventi sportivi automobilistici – ha spiegato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia – In particolare, dal 2005 organizziamo il Rally Italia-Sardegna valido per il campionato del mondo, che ha un valore complessivo di oltre 81 milioni di euro. In ultimo la Targa Florio, con 170 iscritti, 40% stranieri, provenienti da 3 continenti e 17 nazioni”.
La Federazione del motorsport in Italia conta 70.000 tesserati, 90.000 persone attivamente coinvolte, 923 eventi annuali in tutte le discipline e categorie, 5 eventi validi per il Campionato del mondo – tra i quali 2 Gran Premi di Formula 1, unico Paese – 66 eventi internazionali di discipline, 12.000 vetture da competizione e 15.000 kart.

News Correlate