sabato, 26 Settembre 2020

Una Borsa mondiale ad Assisi per i siti Unesco

Dal 19 al 21 novembre un appuntamento dedicato ai TO internazionali per scoprire luoghi unici

Per focalizzare l'attenzione dei tour operator internazionali sugli 890 siti Unesco distribuiti in 148 paesi, dal 19 al 21 novembre 2010, Assisi ospita il primo Salone Mondiale del Turismo delle città e dei siti Unesco: luoghi unici ma sempre più penalizzati dal trend dei mercati turistici e che non sono mai stati valorizzati in modo adeguato e lungimirante.

World Turism Expo (WTE) sarà il primo appuntamento mondiale per la promozione turistica dei beni riconosciuti patrimonio dell'umanità dall'Unesco, una vera e propria Borsa Internazionale annuale nata con l'obiettivo di creare un mercato del turismo culturale in grado di veicolare le rotte dei viaggiatori verso mete esclusive, vicine e lontane, che aspettano di essere visitate e vissute.

"Ma bisognerà andare oltre il solito modo di concepire le esposizioni fieristiche – precisa Claudio Ricci, sindaco di Assisi e presidente Città e Siti Italiani Patrimonio Mondiale Unesco – simulazioni tridimensionali, realtà virtuali e ologrammi ricostruiranno luoghi, profumi, sensazioni, emozioni. La sfida è quella di passare dai tradizionali stand e cataloghi materiali ad un marketing immateriale che promuova la possibilità di vivere un'esperienza ridando all'economia, anche turistica, il valore originale: viaggiare per scoprire, meravigliarsi, conoscere, mostrare e vendere i prodotti e, soprattutto, conoscere umanamente e spiritualmente persone e luoghi".         

Nell'ambito dell'evento, che si svilupperà in tre giornate, si svolgeranno incontri e iniziative parallele cui parteciperanno esperti ed operatori del settore. L'area espositiva sarà allestita nel centro storico di Assisi, all'interno dello storico Palazzo Monte Frumentario, che ospiterà oltre 100 stand dove verranno presentate le più importanti offerte delle città e dei siti patrimonio dell'Unesco. La Sala Papale del Sacro Convento di Assisi, nella Basilica di San Francesco, ospiterà la parte scientifica della manifestazione.

 

News Correlate