domenica, 17 Gennaio 2021

Quali sono i comfort che dovrebbe offrire un buon campeggio?

Un campeggio che si rispetti deve avere la quantità necessaria di comfort per poter trascorrere una vacanza davvero rilassante. Certo, se fosse anche a due passi dal mare e vicino a qualche meta famosa, come ad esempio Venezia, sarebbe anche meglio.

 

Chiaramente, un Campeggio che sia anche Villaggio e Hotel diviene l’ideale per diversi tipi di clienti: famiglie con bambini, ragazzi, coppie e per chiunque abbia il desiderio di trascorrere una vacanza all’insegna del relax e del divertimento. Ma, per fare questo, bisogna anche che il campeggio offra dei servizi adeguati.

 

Per soddisfare ogni cliente, il campeggio dovrebbe avere, ad esempio, un parco acquatico sia per bambini che per adulti, aree gioco per ragazzi e bambino, zone attrezzate per lo sport o per lo svago, ampi spazi verdi, una bella spiaggia lambita da un mare pulito, negozi, ristoranti e molto altro.

 

Se vi dovesse venire voglia di soggiornare vicino Venezia, allora dovreste cercare un campeggio a Caorle, che si trova su un bellissimo mare. Ma vediamo quali requisiti deve avere il campeggio.

 

Quali sono i comfort di un buon campeggio

La prima cosa da considerare quando si sceglie di soggiornare in un campeggio è senza dubbio la sistemazione.

 

Spesso, le piazzole per tende o roulotte hanno un fondo di terra o sabbia. Questo può risultare molto scomodo oltre che sporco. Molto meglio scegliere un campeggio che abbia piazzole a fondo erboso, perché sono pulite ma anche fresche.

 

Veniamo poi a bungalow. Nei migliori campeggi queste strutture sono delle vere e proprie villette a schiera, magari con 2 livelli e sono in muratura con il bagno all’interno.

 

Chi non vuole rinunciare allo sport nemmeno in vacanza, dovrebbe scegliere una struttura che abbia un centro fitness e una piscina. In questo modo si possono abbinare sport acquatici ai classici allenamenti a terra. Se vi sono degli ampi spazi verdi, sarà impossibile rinunciare a un po’ di jogging.

 

Alcuni campeggi hanno al loro interno dei campi da calcio, da pallavolo, da basket e minibasket, campi da beach volley e altri per il tiro con l’arco.

 

Qualcosa che non deve mai mancare in un campeggio di tutto rispetto sono le piscine. Meglio se diversificate in base a dimensioni e profondità. Certo, non deve mancare una zona solarium dove potersi rilassare su un lettino tenuto al fresco da un ombrellone.

 

Alcuni camping hanno addirittura delle piscine, che in alcuni momenti dell’anno sono anche riscaldate, dedicate ai bambini con giochi d’acqua, scivoli e un servizio di sicurezza che permette ai genitori di potersi rilassare a bordo vasca.

 

Tra i vari servizi, non devono mancare:

 

  • un supermercato, dove poter acquistare prodotti locali e internazionali e tanti prodotti freschi come pane, frutta e verdura,

 

  • parrucchiere, perché andare in vacanza non vuol dire doversi trascurare, anzi, è occasione per regalarsi delle coccole in più,

 

  • centro massaggi, con personale qualificato in grado di allontanare la stanchezza accumulata durante l’anno,

 

  • giornali e tabacchi, per chi ama rimanere aggiornato,

 

  • bazar, per gli acquisti dell’ultimo minuto,

 

  • sala giochi, per intrattenere i ragazzi.

 

 

News Correlate