sabato, 8 Maggio 2021

Perché e in quali casi conviene scegliere un’assicurazione viaggio

Viaggiare è una delle attività preferite da miliardi di persone col sogno ed il desiderio di scoprire il mondo che li circonda. Per questo motivo, quando si decide di fare un viaggio, è importante organizzare tutto al meglio senza tralasciare alcun particolare. Uno degli aspetti più importanti da considerare quando si organizza un viaggio è quello di sottoscrivere un’assicurazione viaggio.

 

Cos’è l’assicurazione viaggio?

 

Si tratta di una polizza molto importante che serve a tutelare il viaggiatore contro tutti i possibili inconvenienti che gli potrebbero capitare. Per esempio, un’assicurazione di viaggio rimborsa la maggior parte delle spese mediche che un viaggiatore potrebbe trovarsi costretto ad affrontare nel Paese di destinazione. Inoltre vi sono anche altre situazioni in cui l’assicurazione copre le spese sostenute: il rientro in patria dell’assicurato o dei suoi familiari, spese legali e anticipo fondi, infortuni, perdita del bagaglio ed eventi catastrofali. Sottoscrivendo questa polizza si ha quindi la certezza di poter intraprendere il proprio viaggio, per vacanza, per lavoro o per studio, in tutta tranquillità e sicurezza, sapendo di ricevere l’assistenza necessaria in caso di spiacevole imprevisto.

 

A differenza del passato, quando molti consideravano inutile o superfluo stipulare una copertura assicurativa per viaggi, la maggior parte dei viaggiatori ha finalmente capito l’importanza di assicurarsi prima di partire, soprattutto per non dover affrontare spese inattese anche molto elevate.

 

Le coperture più diffuse

 

Tra le tante possibilità ci sono alcune coperture che sono maggiormente apprezzate quando si parla di coperture assicurative di viaggio. Come ad esempio quella contro l’annullamento del viaggio, che permette di evitare di pagare anche in caso di mancata partenza. Questa copertura tutela contro due rischi: il primo è l’impossibilità del tour operator di adempiere quanto previsto nel contratto (rischio dal quale si è, comunque, già tutelati dalla legge stessa), il secondo è l’impossibilità da parte del viaggiatore di prendere parte al viaggio prenotato.

 

L’assicurazione sui bagagli

 

Chi non ha mai avuto paura di non trovare il proprio bagaglio una volta arrivati in aeroporto? Con l’assicurazione viaggio pensata in caso di smarrimento dei bagagli non dovremo temere più questo rischio. Questa, infatti, tutela il bagaglio e il suo contenuto, ma occorre controllare sempre i massimali previsti per il rimborso; inoltre, non sono coperti denaro, assegni, documenti. Attenzione: se il bagaglio dovesse essere smarrito per incuria del viaggiatore, l’assicurazione non risarcirebbe il danno!

 

L’assicurazione per coprire malattie o infortuni

 

In viaggio si può capitare in situazioni spiacevoli come malattie o infortuni. Con la polizza viaggio si ha la garanzia di ricevere medicinali, assistenza sanitaria, trasporti in ospedale, il rimborso dei possibili interventi chirurgici a cui ci si deve sottoporre, ma anche in questo caso possono essere previsti dei massimali e delle esclusioni in base alle condizioni dell’assicurato (età, presenza di malattie croniche accertate).

 

Quando fare l’assicurazione viaggio

 

La polizza dedicata alle vacanze è consigliata a chiunque decida di intraprendere un viaggio, qualsiasi sia il motivo. Ovviamente, a seconda del tipo di viaggio (lungo, corto, in Italia, all’estero, in zone sicure, in zone a rischio, da soli, in compagnia, con o senza minori al seguito, ecc.) ognuno può scegliere la copertura più opportuna.

 

 

News Correlate