martedì, 3 Agosto 2021

Laghi restano grandi attrattori: nel 2017 quasi 27 mln di presenze           

L’Italia è ancora tra le prime cinque destinazioni al top nel mondo, nonostante l’aumento delle pressioni competitive. Negli ultimi dieci anni sono cresciuti del 45% gli arrivi di turisti stranieri (incoming) per un totale di oltre 60 milioni nel 2017. In aumento anche le presenze, a 211 milioni (+30% rispetto al 2008), per un grado di internazionalizzazione prossimo al 50%. È la fotografia che emerge da un’indagine presentata da Intesa Sanpaolo, a cura della Direzione studi e ricerche, in occasione dell’incontro “Prospettive del turismo 4.0”, a Desenzano.

I laghi sono fra i principali attrattori, con quasi 27 milioni di presenze di turisti non residenti nel 2017, di cui il 30% in Lombardia, seconda dopo il Veneto per capacità di attrazione del turismo lacuale e quarta per turismo incoming. I fattori chiave per lo sviluppo del settore, secondo l’indagine, sono rappresentati da investimenti, crescita nel web, formazione, valorizzazione delle filiere, destagionalizzazione ed ecosostenibilità.

News Correlate