martedì, 30 Novembre 2021

Trenitalia: nessun taglio ai treni per Lourdes

“Nessun taglio ai treni per Lourdes, piuttosto una costante ricerca di migliorarne la qualità”. Trenitalia smentisce ogni ventilata ipotesi di riduzioni o soppressione dei treni e assicura la “propria volontà di proseguire nell’offerta di un servizio che, unica compagnia ferroviaria in Europa, gestisce con impegno da anni giovandosi di una flotta specificamente dedicata”.

Durante la prossima pausa invernale, sottolinea Trenitalia, “le carrozze che compongono questa flotta saranno oggetto di accurate verifiche perché si innalzi il livello di qualità percepita dai passeggeri. Per le criticità operative riscontrate sul territorio francese Trenitalia sta organizzando un tavolo tecnico straordinario. Il tutto al fine di ottenere una maggiore regolarità e puntualità, obiettivi che Trenitalia per prima intende perseguire”.

“Va chiarito – aggiunge la società – che la programmazione dei treni per Lourdes viene effettuata in coordinamento con le ferrovie francesi. Le tracce orarie, utilizzate da quei treni sul territorio italiano, sono vincolate da soli due canali orari in partenza/arrivo da/a Ventimiglia, messi a disposizione dai francesi, con tempi di viaggio Ventimiglia-Lourdes variabili da 11 a 15 ore. Ne conseguono ovvie difficoltà gestionali, rese ancora più critiche, quest’anno, a causa degli scioperi dei ferrovieri francesi da aprile a luglio, che hanno avuto forti impatti sulla programmazione dei treni per Lourdes”.

Al fine di offrire maggiore qualità al servizio è intenzione di Trenitalia “proporre alle ferrovie francesi ed agli organizzatori dei trasporti religiosi di inserire i treni per Lourdes nell’ambito del processo che regolamenta l’armonizzazione della programmazione dei treni internazionali (regolamentato a livello europeo dal Forum Train Europe). Qualora tutti gli attori interessati (Trenitalia, SNCF, Organizzatori) condividano la nostra proposta – conclude Trenitalia – i treni per Lourdes programmati per il 2020 potranno essere trattati, già a partire dal prossimo mese di gennaio, in parallelo con i treni internazionali ordinari”.

News Correlate