Baa, in calo i passeggeri sui voli transatlantici

Nel mese di marzo registrata una flessione del 12,4%

La guerra in Iraq e il virus della polmonite atipica (Sars) spingono al ribasso il traffico passeggeri sui voli a lunga distanza. Nel mese di marzo, secondo i dati resi noti oggi da BAA, società di gestione dei 7 maggiori aeroporti britannici, il calo è stato del 12,4% rispetto allo stesso mese del 2002. Il
traffico passeggeri nei soli sette scali gestiti dal gruppo è invece diminuito del 3,1%. Un altro fattore negativo, secondo BAA, è stato il fatto che
le vacanze pasquali sono previste per fine di aprile: solo per questo motivo, era già stato previsto un calo del 2-3% lo scorso mese. I più colpiti sono stati i voli verso gli Stati Uniti: le rotte nord atlantiche hanno visto ribassi dell’8,9% a marzo.

News Correlate