mercoledì, 23 Settembre 2020

Campeggio e cicloturismo, boom nel ceto medio

Picilli: “Disciplinare le aree di sosta e rimodernare le strutture”

In attesa dell’arrivo dei 12 milioni di camperisti (poco più della metà italiani) che trascorreranno l’estate nel nostro Paese il presidente della Confedercampeggio, Gianni Picilli, lancia un appello “alle Regioni affinché disciplinino le aree di sosta e ai proprietari dei campeggi perchè vengano rimodernate le strutture, per lo più ferme agli anni 70-80. I costi delle strutture, in Italia, sono troppo elevati, mentre sarebbe più giusto prevedere tariffe abbordabili per i costi dei piazzali e più salate per i servizi offerti”. Picilli invita inoltre il nuovo Governo a prevedere sanzioni pesanti per gli impianti di distribuzione di carburante superiori ai 10 mila mq che, sulle autostrade, non dispongono di aree di sosta. Secondo alcune stime, i viaggi in autocaravan, nel 2005, sono stati pari all’1,9% del totale delle vacanze degli italiani, con una media di notti per viaggio pari a 4,1. Gli italiani avrebbero trascorso in Italia in totale 6.307 notti e 869 all’estero, con una spesa media complessiva per notte, ad autocaravan, che si attesta intorno ai 70 euro. In Italia i campeggi sono 2.538 e il camperista, contrariamente a quanto si crede, è una persona benestante. Così come lo è il cicloturista, se si considera che la maggior parte di questi vacanzieri si trova nella cosiddetta “middle class”, molti i manager, gli insegnanti e i dipendenti della pubblica amministrazione che scelgono di viaggiare in bicicletta. La grande maggioranza di questi viaggiatori è inclusa nella fascia di età tra i 25 e 49 anni e viaggia in coppia, ma ci sono anche famiglie e talvolta gruppi con più di 4 persone. I ciclisti usano ogni tipologia di pernottamento notturno, dal campeggio all’albergo a 5 stelle. “Nonostante manchi una specifica politica per questo settore – spiega Lello Sforza, di Fiab, la Federazione italiana amici della bicicletta – questo segmento cresce, e sono numerosissimi gli stranieri, attratti dalle bellezze italiane e soprattutto dal nostro clima”.

News Correlate