venerdì, 27 Novembre 2020

Cina-Taiwan, via libera ai viaggi dopo 60 anni

Introdotte anche agevolazioni fiscali per le importanzioni

La Cina ha deciso di consentire i viaggi turistici a Taiwan, mettendo fine ad un divieto durato quasi sei decenni. Lo afferma l’agenzia ufficiale di Pechino ”Nuova Cina”. Il via libera ai viaggi dei cittadini cinesi sull’ isola e’ uno dei risultati della storica visita in Cina del leader del Kuomintang (Partito Nazionalista) Lien Chan, in corso in questi giorni. In altri gesti di buona volonta’ seguiti alla visita, Pechino ha regalato a Taiwan due panda giganti ed ha annunciato una serie di facilitazioni fiscali per le importazioni di prodotti taiwanesi in Cina. Il Kuomintang, che dal 1945 al 1949 ha combattuto contro i
comunisti una sanguinosa guerra civile, e’ oggi il principale partito di opposizione al presidente indipendentista di Taiwan, Chen Shui-bian. L’isola e’ di fatto separata dalla Cina, che ne rivendica il possesso e minaccia di ricorre all’ intervento militare per ottenere la riunificazione. Nei giorni scorsi lo
stesso Chen, in un parziale cambiamento di rotta, ha proposto a Pechino di riprendere il dialogo, interrotto da sei anni.

News Correlate