giovedì, 26 Novembre 2020

Enav, bilancio record nel 2002

Triplicato il risultato operativo, raddoppiato l’utile ante imposte

Risultato operativo triplicato per l’Enav nel 2002, a quota 23,2 milioni di euro dagli 8,2 milioni del 2001; più che raddoppiato l’utile post-imposte, che passa dai 5,6 milioni di euro del 2001 ai 12,3 milioni nel 2002. I ricavi risultano a pari 592 milioni, in crescita rispetto ai 491 milioni del precedente esercizio. In aumento anche i costi di produzione, che passano da 491 milioni di euro a 568 milioni del 2002. Sono questi alcuni dei principali dati di bilancio dell’esercizio 2002 dell’Enav, società di assistenza al volo, che verranno presentati all’assemblea ordinaria degli azionisti, oggi in prima convocazione e il 9 maggio in seconda. Verrà esaminata inoltre la proposta di un fondo per calmierare le tariffe. All’ordine del giorno anche la nomina del nuovo consiglio di amministrazione della spa controllata dal Tesoro, e la determinazione del numero dei componenti del board. Il pacchetto-nomine in capo alle maggiori aziende pubbliche, ancora in fase di definizione secondo indiscrezioni, potrebbe far slittare l’assemblea Enav in seconda convocazione. Con l’approvazione del bilancio 2002 scade infatti anche il mandato dell’amministratore unico, Massimo Varazzani, nominato a marzo di un anno fa dal ministro dell’Economia, di concerto con le Infrastrutture. L’assemblea degli azionisti dovrà essere inoltre varare anche il piano di investimenti per complessivi 780 milioni di euro entro il 2004 e di oltre 2 miliardi di euro nel prossimo decennio, destinati soprattutto al potenziamento tecnologico, infrastrutturale, ricerca e sviluppo. Dovrebbe essere inoltre proposta la costituzione di un ‘fondo di stabilizzazione’ nel quale far confluire le quote di recupero crediti, per oltre 72 milioni di euro: obiettivo del fondo, quello di stabilizzare nel prossimo triennio i costi dell’azienda, in regime di cost recovery, con l’obiettivo di calmierare le tariffe praticate ai vettori aerei anche in caso di riduzione dei flussi di traffico. Nel pacchetto-nomine oltre all’Enav, anche Alitalia, Enac,
Fincantieri. Per la società di assistenza al volo, indiscrezioni indicano il nome di Guido Pugliesi, ex Meie, alla presidenza, mentre non vi sarebbe ancora accordo sull’ amministratore delegato.

News Correlate