Galileo, le agenzie di viaggio e l’Ambiente

Nei prossimi mesi verrà sondata la percezione nella distribuzione agenziale del contesto-natura

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio presenta i primi risultati della ricerca condotta sulla percezione e le esigenze delle imprese di viaggio italiane riguardo al Sistema Nazionale delle Aree Protette. Lo studio è realizzato in collaborazione con Galileo Italia.I primi risultati presentati della ricerca condotta sugli agenti di viaggio italiani per comprenderne la percezione e le esigenze riguardo al Sistema Nazionale delle Aree Protette. Questo studio approfondito, che durerà 5 mesi, fornisce uno strumento scientifico di analisi e misurazione sull’andamento della nuova campagna di promozione e sensibilizzazione con cui il Ministero sta invitando i viaggiatori e gli operatori del settore a scoprire l’Italia dei Parchi come sistema unico di offerta turistica sostenibile e qualificata, ricca di attrattive ed adatta a tutte le esigenze.
Spiega Aldo Cosentino, Direttore Generale Direzione Protezione della Natura, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio: il Ministero sta lavorando per trasformare il patrimonio naturale italiano in una vera e propria risorsa turistica. Si tratta di un obiettivo decisivo, in particolare in questo momento in cui il nostro Paese deve far fronte alla concorrenza di tante destinazioni straniere emergenti. In termini di capacità di attrazione turistica, il Sistema Nazionale delle Aree Protette può offrire un contributo prezioso nell’incrementare la competitività turistica internazionale del nostro paese”.
La campagna di sensibilizzazione ed il sondaggio vengono quindi veicolate direttamente attraverso i servizi telematici di Galileo, il canale che 11.000 agenti di viaggio dislocati su tutto il territorio nazionale utilizzano quotidianamente per il loro lavoro. Il sondaggio si svolge nell’arco di 5 mesi articolandosi su una serie di quesiti settimanali, sottoposti direttamente online tramite un apposito tool Web sull’Home Page dei servizi Galileo.

News Correlate