giovedì, 26 Novembre 2020

La Bmt di Napoli è ormai considerata “la fiera di casa” per il centro sud Italia

Lo ha affermato il patron De Negri che ha già definito la date per il prossimo triennio

“La Borsa Mediterranea del Turismo è ormai la “Fiera di Casa” per il mercato turistico del centrosud ed è la “Fiera di Riferimento” per gli operatori del settore alla ricerca di mercati dalle grandi potenzialità commerciali, capaci di favorire il business per le aziende del settore”. E´ il proclama dettato da Angelo De Negri in occasione dell´avvio delle operazioni commerciali della nona edizione della Bmt che si svolgerà a Napoli dall´8 al 10 aprile 2005.
“La prossima edizione della manifestazione vedrà confermata la nutrita partecipazione di operatori e agenzie di viaggi provenienti da tutta Italia — annuncia l´amministratore unico della Progecta – Le prime indicazioni sono un chiaro segnale: conferma e in parecchi casi aumento degli spazi da tutti i vecchi espositori e nuove richieste, soprattutto dagli enti del turismo stranieri, da catene alberghiere e compagnie aeree che consentiranno anche quest´anno un incremento del numero di operatori che scelgono Napoli per gli incontri B2B di primavera”.
Per la manifestazione, è il riconoscimento dei dati emersi dall´analisi presentata dall´istituto di indagine TNS Abacus nel corso dell´ultima edizione: “La Bmt è percepita con una caratterizzazione di forte orientamento al business, è ritenuta utile per concludere affari importanti, è in crescita e migliora anno dopo anno. Viene riconosciuta come molto importante la sua attenzione al Centro Sud dell´Italia che è percepito come un punto di forza”.
Dall´analisi Abacus emergono forti i concetti alla base della nascita di Bmt: una borsa nella Capitale del Sud che vive di business reale, senza pubblico e senza forzati e dannosi stravolgimenti. Comoda e facilmente raggiungibile da ogni parte d´Italia e del Mediterraneo, ambientata in una struttura unica in Italia definita oasi naturale di lavoro quale è l´area espositiva della Mostra d´Oltremare di Napoli.
Anche per la nona edizione quindi, come ogni anno, i sei padiglioni della Mostra d´Oltremare ospiteranno esclusivamente i rappresentanti di tutti i settori che muovono il mondo del turismo outgoing ed incoming: tour operator, agenzie di viaggio, vettori, catene alberghiere e servizi.
Agli espositori ed ai visitatori, Bmt riserverà alcune innovazioni: “Seguendo il modello delle principali fiere internazionali – anticipa De Negri – cercheremo di settorializzare alcune aree della Bmt. Tra le novità ci saranno poi modifiche radicali nei padiglioni 2 e 3 della Mostra d´Oltremare che con un layout innovativo favoriranno un più ordinato flusso dei visitatori, distribuendo meglio le “correnti di traffico” e garantendo una visibilità eccezionale e nuova”.
Innovazioni soprattutto per gli operatori dell´incoming: “Il workshop dedicato alla commercializzazione dell´offerta turistica italiana vedrà confermata la sua formula tradizionale ma ampliato lo spazio di accoglienza fino a 2000 metri quadrati per favorire l´affluenza degli operatori dell´offerta. La novità invece sarà il workshop dedicato al turismo sociale: circa centoventi responsabili di Cral aziendali avranno la possibilità di incontrare strutture alberghiere, vettori aerei e bus operator”.
Si lavora quindi alacremente per il 2005 ma Progecta guarda con attenzione al futuro. Nei giorni scorsi la società ha firmato la convenzione con l´Ente Mostra d´Oltremare per la definizione del calendario per il prossimo triennio. La nona edizione di Bmt è in programma dall´8 al 10 aprile 2005 mentre il decennale sarà festeggiato dal 7 al 9 aprile del 2006 e l´undicesima edizione si svolgerà dal 30 marzo al primo aprile del 2007.

News Correlate