sabato, 27 Febbraio 2021

Mibac-Rotte dei Fenici, accordo per navigatore virtuale

Il webGis sarà accessibile dal sito del ministero e da Google Earth

Con un finanziamento di 140 mila euro il ministero dei Beni culturali ha stretto un accordo con l'associazione internazionale La rotta dei Fenici per far conoscere una rete turistico-culturale che abbraccia 18 paesi e oltre 80 città del Mediterraneo e realizzare, per la fine della prossima primavera, un navigatore virtuale webGis di tutti i siti archeologici di questa antica civiltà. L'accordo punta sia alla valorizzazione degli itinerari italiani e percorsi già disponibili nel Lazio, in Sicilia, in Sardegna, sia a promuovere un programma di certificazione delle aree archeologiche fenicie nel Mediterraneo che sarà alla base del navigatore virtuale, accessibile dal sito del Mibac e da Google Earth. Primo passo della collaborazione con La rotta dei Fenici, sarà dunque la creazione di squadra di esperti (tra cui Sebastiano Tusa e Giovanni Brizzi) per definire i luoghi fenici nel Mediterraneo, la georeferenziazione dell'itinerario, cui si affiancheranno numerose azioni di promozione ed eventi, tra cui il V Dialogo Euromediterraneo sulla Rotta dei Fenici, che si svolgerà a marzo con incontri tra le delegazioni dei 18 Paesi della Rotta realizzati in collaborazione con il ministero dei Beni culturali e quelli del Turismo e della Cultura di Libano, Tunisia, Spagna.
Soddisfatto il direttore de La Rotta dei Fenici, Antonio Barone: “Da anni lavoriamo sul territorio italiano e internazionale per fare sistema e mettere in rete ciò che esiste già. Ora, attraverso la collaborazione con il Mibac, la presenza fenicia in Italia può veramente rappresentare un valore aggiunto in chiave turistica, in particolar modo nelle aree del centro-sud del Paese”.

News Correlate