sabato, 26 Settembre 2020

Verso il Giubileo con la rinascita della Via Francigena

Sta per iniziare il Giubileo straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco mentre nel 2016 prenderà il via l’Anno dei Cammini. Due eventi che potranno avere una forte connessione, anche grazie alla rinascita della Via Francigena. “L’attenzione sulle vie storiche, culturali, di pellegrinaggio – sottolinea Luca Bruschi dell’Associazione Europea Vie Francigene – è un fattore molto importante che sta mettendo in rete Governo, Regioni, Comuni, associazioni, pubblico e privato. Una svolta importante che è stata recentemente annunciata anche dal ministro Dario Franceschini e che vede il Mibact fortemente impegnato a sostenere lo sviluppo del turismo sostenibile”.

La Francigena rappresenta oggi uno dei più importanti progetti per lo sviluppo turistico dell’Italia e il trend dei cammini è in grado di generare importanti flussi di viaggiatori e creare una nuova vocazione legata all’accoglienza sui territori. La Via Francigena, inoltre, si può declinare con altre forme complementari di turismo legate alle terme, alla gastronomia e genuinità dei cibi, ai percorsi legati al romanico o abbazie medievali, alla letteratura di viaggio.

“Affinché si possa concretizzare un progetto di questa dimensione – conclude Bruschi – si dovrà seguire l’esempio portato avanti dalla Regione Toscana con un adeguato sviluppo delle infrastrutture al fine di rendere perfettamente fruibile i percorso a piedi, in bicicletta e a cavallo, cosi come dovranno essere messe in sicurezza tutte le tratte, creati nuovi punti tappa, ampliata l’offerta legata all’accoglienza. Questo significa mettere la Via Francigena ed i cammini al centro delle politiche nazionali, regionali e locali per la pianificazione e sviluppo strategico territoriale”.

www.viefrancigene.org

News Correlate