domenica, 25 Ottobre 2020

Evolution Travel chiude 2016 con incremento del 20%

Evolution Travel archivia il 2016 con un ottimo bilancio in tutti i segmenti della programmazione. Le vendite registrano un incremento complessivo del 20% e tra le mete maggiormente in evidenza figurano Italia, Spagna, Maldive e USA che globalmente hanno prodotto il 30% del fatturato.
Bene anche il prodotto balneare di medio e lungo raggio con Grecia, Thailandia e Cuba che insieme coprono un 12% del fatturato.

In linea con l’andamento dell’anno precedente i prodotti che rappresentano un classico dell’offerta di Evolution Travel: India, Namibia, Canarie, Islanda, Tanzania e Bosnia, quest’ultima soprattutto con i pellegrinaggi. Per le  novità si rilevano le buone performance di Georgia, Macedonia, Ucraina, Lituania e Uruguay che in qualità di mete emergenti hanno riscosso l’interesse di un cospicuo numero di viaggiatori.

Il volume delle vendite frutto delle attività di tour operating, grazie all’impostazione tailor made dell’offerta, ha fatto registrare una percentuale di fatturato del 33%. Oltre a quelle menzionate in precedenza, tra le mete maggiormente performanti figura Mauritius.

“Siamo soddisfatti dell’anno appena concluso che ci ha visto lavorare bene sia con i nostri prodotti storici sia con mete nuove come, per citarne alcuni, gli stati che fanno parte dell’ex blocco sovietico. Abbiamo potenziato il booking con nuove risorse e ci premia il lavoro che facciamo sull’offerta e la costruzione delle proposte sulla base delle specifiche esigenze del cliente.

Alcune destinazioni emergenti richiedono processi di lavorazione complessi che mettono insieme, oltre al volo e al soggiorno, servizi a terra particolari che ci vengono proposti dalle nostre qualificate e selezionate DMC locali, motivo per il quale siamo riusciti a intercettare i favori del pubblico. Per ciò che concerne il 2017 gli sforzi saranno orientati al consolidamento di quanto fatto fino a oggi e al rilancio di mete come il Marocco e il Mar Rosso, ma anche della Tunisia. Per le prime due abbiamo ottime indicazioni rispetto alle richieste da parte della clientela e ci impegneremo anche per far ripartire, laddove possibile, la terza”, commenta Marina Gasparini, responsabile del reparto Programmazione Prodotti.

News Correlate