martedì, 19 Gennaio 2021

Turismo russo in Italia al centro della presenza al Mitt di Destination Italia e Banca Intesa

Destination Italia è alla MITT di Mosca insieme a Banca Intesa per incontrare gli operatori b2b del turismo attivi in Russia e CIS, uno dei mercati più importanti per il turismo incoming del Bel Paese.

A un anno dall’operazione che ha portato al controllo di Gartour e Regal Travel, marchi di riferimento per i turisti russi, Destination Italia fa il punto sulle opportunità messe a disposizione degli operatori anche grazie alla presenza di Intesa Sanpaolo.

Prima banca italiana e quarta banca europea per capitalizzazione in zona Euro, Intesa San Paolo ha fatto un investimento nel turismo concorrendo, appunto, alla creazione di Destination Italia insieme a lastminute.com group, per dar vita a un operatore per l’incoming italiano, in grado di aggregare l’offerta turistica nazionale e di proporla con forza sui mercati internazionali, avvalendosi di strumenti avanzati e capaci di dialogare, a più livelli, con realtà anche molto diverse dal punto di vista organizzativo, commerciale e, naturalmente, culturale.

Tra questi occupano un posto di assoluto rilievo i turisti di lingua russa, che nel corso del 2017 sono tornati a crescere (+ 8% nei primi nove mesi dell’anno) e a far registrare un significativo aumento anche nelle spese di viaggio (+15%), come confermato dal rilascio di quasi un milione di visti per l’Italia nell’ultimo anno.

“Banca Intesa è presente sul mercato turistico russo da molto tempo, in quanto operatore ufficiale dei pagamenti dei servizi consolari per il rilascio dei visti. Adesso la nostra presenza passa a un livello superiore. In collaborazione con Destination Italia, Banca Intesa fornirà alle agenzie di viaggio e ai tour operator russi la possibilità di effettuare i pagamenti in rubli o in valuta estera direttamente in Russia, utilizzando i conti aperti presso la nostra Banca”, ha detto Antonio Fallico, presidente di Banca Intesa Russia.

“I sistemi di saldo dei servizi di viaggio all’estero sono stati un ostacolo alla ulteriore crescita del turismo, a causa dei costi dei pagamenti internazionali, alla necessità di affrontare il cambio di valuta e purtroppo anche alle sanzioni verso la Russia, che attualmente causano lunghi e onerosi controlli obbligatori sulle transazioni verso l’Italia – dice Marco Ficarra, CEO di Destination Italia – La presenza diretta, per la prima volta, di un operatore italiano con propri conti correnti in Russia, dimostra la nostra vocazione di Destination Management Company di riferimento, con chiari benefici sia per noi sia per tutto il Paese, che si vanno ad aggiungere a un forte rinnovamento del portafoglio prodotti, anche in collaborazione con importanti partner in Italia e in Russia”.

Destination Italia sta innovando l’offerta per l’Italia, attraverso prodotti più moderni, anche dedicati al mondo del food che, come noto, è stato promosso dal Mibact attraverso il programma ‘2018: anno del cibo italiano’. È in tal senso l’evento a inviti a una cooking class organizzato presso Eataly nello store recentemente aperta a Mosca, mentre va in direzione della moda e dello shopping, altro asse portante del Made in Italy, la presenza di Fidenza Village (Value Retail) presso lo stand di Destination Italia, e in quella della sinergia sul territorio lo sviluppo di pacchetti per brevi city break, come il ‘Milano Express’, e altre soluzioni per godere delle città e dei loro fattori di attrazione realizzati in collaborazione con SEA, società che gestisce gli Aeroporti di Milano.

Sempre sul fronte dell’innovazione di prodotto, vengono presentati a MITT anche nuovi itinerari che toccano territori ancora non presi d’assalto dal turismo di massa, così come nuove soluzioni per famiglie con bambini e le prime proposte di sempre per senior e per viaggiatori con difficoltà motorie.

www.gartour.com

www.destinationitalia.com

News Correlate