Sisma in Albania, Adria Ferries attiva unità di crisi e apre alle donazioni

In seguito al terremoto che ha colpito l’Albania causando almeno 25 morti, Adria Ferries ha attivato al suo interno un’unità di crisi per dare “immediato riscontro e supporto a ogni richiesta di carattere umanitario o di emergenza sanitaria che dovesse pervenire, mettendosi a disposizione delle autorità e istituzioni italiane e albanesi”. La rete delle agenzie portuali della compagnia (che opera collegamenti con Durazzo da Ancona, Bari e Trieste) “è stata allertata ed è pronta a trasmettere alla sede centrale ogni richiesta pervenuta localmente. Il nucleo sarà guidato e coordinato da Roberto Mataloni, Michela Rossi e Gabriele Ubaldi, “che gestiranno ogni richiesta e necessità inerenti le operazioni di assistenza alle popolazioni colpite dal sisma”.

Inoltre, la compagnia di navigazione ha disposto l’apertura di un conto corrente dedicato, “a supporto concreto della popolazione albanese vittima di questa terribile tragedia”. Per dare il proprio contributo è possibile effettuare una donazione sino al 15 gennaio 2020 tramite bonifico sul conto corrente appositamente aperto: beneficiario Adria Ferries spa; banca Ubibanca spa sede di Ancona; Iban IT 29 V 03111 02684 000 000 002 557; causale Aiuti per il terremoto in Albania.
Adria Ferries contribuirà attivamente alla raccolta fondi versando nel contro corrente due euro per ogni passeggero e autoveicolo che viaggerà con titolo di viaggio della compagnia sulle navi in esercizio sulle linee Ancona-Durazzo e Bari-Durazzo con decorrenza delle corse programmate da oggi sino al 15 gennaio 2020.

News Correlate