venerdì, 24 Settembre 2021

Tar Lazio respinge ricorso Ryanair su extracosti bimbi

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso di Ryanair contro il provvedimento adottato dall’Enac che dispone, a tutela delle categorie di passeggeri più fragili, l’assegnazione gratuita dei posti a sedere a minori e a persone a mobilità ridotta vicino ai loro genitori o accompagnatori.

Nell’ordinanza con la quale i giudici hanno deciso di confermare l’efficacia del nuovo Regolamento tecnico dell’Enac per l’assegnazione dei posti a sedere dei minori (da 2 a 12 anni) dei disabili e delle persone a ridotta mobilità (PRM) vicino ai genitori e/o accompagnatori, pubblicato nel luglio scorso, si legge che il pagamento di un prezzo per l’assegnazione del posto aereo accanto a un passeggero ‘speciale’ è un inadempimento del vettore alla regolamentazione europea, nonché un impedimento concreto per l’utente passeggero alla realizzazione dei suoi diritti.

Soddisfazione da parte del ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini per l’ordinanza del Tar. “Mette fine all’odiosa pratica da parte di alcuni vettori di imporre una tariffa aggiuntiva a danno di chi ha la necessità di essere accompagnato, come i minori e le persone con disabilità”, ha sottolineato il ministro.

“Si tratta di un’importante vittoria degli utenti contro un balzello che finiva per accrescere ingiustamente i guadagni delle compagnie, considerato che la scelta del posto a sedere arriva a costare fino a 109 euro a biglietto”, ha commentato il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi -. Ribadiamo però la nostra richiesta di eliminare i costi per la scelta del posto a sedere per tutti i passeggeri, trattandosi di una spesa ingiustificata che sfrutta la paura del Covid da parte dei viaggiatori”.

Analogo compiacimento è stato espresso dal Codacons che adesso verificherà il rispetto del provvedimento dell’Enac da parte di tutte le compagnie aeree. “La salvaguardia della sicurezza dei passeggeri è e sarà sempre fondamentale per il Codacons, e siamo convinti che anche Ryanair condivida questo principio”, ha sottolineato il presidente del Codacons, Carlo Rienzi.

News Correlate