sabato, 18 Settembre 2021

Fincantieri registra utile e segna record di volumi produttivi

Tornano in utile i conti di Fincantieri Spa, dopo il rallentamento dovuto al Covid. Il Cda presieduto dal presidente Giampiero Massolo ha confermato la guidance 2021 con ricavi in aumento di circa il 28% (3.026 milioni), EBITDA margin al 7% che sconta il trend crescente dei prezzi delle materie prime, ed EBITDA a 219 milioni (+84%). Questi sono i principali risultati, insieme con il periodo adjusted positivo per 49 milioni (era negativo per 29 nello stesso periodo dello scorso anno). Il risultato del periodo è positivo per 7 milioni (era negativo per 137 milioni) dopo aver scontato oneri per amianto (euro 29 milioni) e per COVID-19 (euro 22 milioni).
Nel solo luglio con la consegna di tre navi da crociera sono stati incassati 1,5 miliardi di euro. D’altronde, il carico di lavoro complessivo per 111 navi, ha un controvalore di 37 miliardi pari a 7,1 volte i ricavi 2020, esclusi i ricavi da attività passanti. Complessivamente, nel I semestre sono state consegnate 7 navi da 6 stabilimenti ed è prevista la consegna di altre 6 navi da crociera nel secondo. Fincantieri inoltre è prime contractor per la fornitura di 6 fregate FREMM alla Marina Militare indonesiana; la controllata Usa, Fincantieri Marinette Marine, ha ricevuto conferma per l’ordine per la seconda unità del programma FFG-62 per la US Navy, e il Gruppo ha dato la disponibilità a entrare nella vicenda Mose. Infine, l’accordo Cold Ironing con Enel X per la realizzazione e gestione di infrastrutture portuali a basso impatto ambientale e per l’elettrificazione delle attività logistiche a terra, e altro.
L’AD Giuseppe Bono, a Marghera per la presentazione della nave ‘Holland Rotterdam’, insiste sui vaccini e sulla prudenza: “Dobbiamo parlare del vaccino, non del Green Pass, che non è altro che la certificazione che sono stati fatti i vaccini”, e poi: “Io non scherzerei su questa pandemia, dura da 18 mesi, è una cosa seria. Ci auguriamo che, grazie alle stringenti misure adottate per contrastare la pandemia, campagna vaccinale in primis, possa confermarsi la forte accelerazione della ripresa, così come dimostrano i risultati che abbiamo presentato. Se tutto prosegue in questa direzione, nel primo semestre dell’anno venturo si raggiungerà pian piano il regime”.

News Correlate