venerdì, 30 Ottobre 2020

Il low cost sul lungo raggio è possibile anche grazie al Boeing 737 Max

Decollerà da Edimburgo il 15 giugno il primo volo low cost transatlantico. Targato Norwegian l’aereo atterrerà a Stewart, a 60 miglia da New York dove i costi sono molto inferiori a quelli di Jfk, LaGuardia e Newark. Ma per riuscire nell’impresa di vendere biglietti a partire da 65 dollari per la tratta tra Europa e Usa, Norwegian si è dovuta affidare a un nuovo tipo di velivolo. Si tratta del   Boeing 737 Max. Un mezzo piccolo (189 posti) ma economico (il 15% di consumo in meno dei rivali) e con un’autonomia di 3.515 miglia, come si legge su Repubblica.it.

A ruota – grazie all’ingresso in flotta di 6 dei cento 737 Max ordinati da Norwegian – seguiranno nuove rotte da Irlanda e Scozia per Providence (non lontano da Boston) e Windsor Locks nel Connecticut, tra Springfield e Hartford. E i prezzi dei biglietti partiranno appunto da una tariffa minima di 65 dollari (60 euro), livello cui la società promette di dedicare “migliaia” di posti, con la seconda fascia di prezzo a quota 99 dollari.

News Correlate