lunedì, 28 Settembre 2020

Traghettilines: attenzione a ‘gluten free’ anche a bordo dei traghetti

L’Osservatorio di Traghettilines intende fornire qualche utile informazione su come ottenere un pasto ‘gluten free’ a bordo delle navi. È necessario premettere che sulle tratte a media percorrenza, non si crea la necessità di un vero e proprio pasto dato che le traversate hanno tempistiche ridotte. Pertanto, tutti i traghetti operanti tratte brevi mettono a disposizione dei propri passeggeri snack salati e dolci confezionati ma privi di glutine.

Sulle tratte a lunga percorrenza, invece, le navi dispongono non solo di bar ma anche di ristoranti e self service in cui è possibile consumare un pasto completo o un ricco spuntino.

La scelta delle pietanze è varia: si cucinano sia piatti caldi che preparazioni fredde come le insalate che possono essere maggiormente consumate durante un pranzo o durante tutta la stagione estiva.

Proprio la presenza di una cucina di bordo attrezzata, permette ma solo previa segnalazione, la preparazione di pietanze gluten free. Occorre precisare che, le compagnie non dispongono di un vero e proprio menu per celiaci ma possono fornire interi pasti senza glutine in modo da soddisfare in toto la richiesta dei propri clienti.

A tale scopo è necessario segnalare, in prossimità della partenza, la propria intolleranza al glutine facendo specifica richiesta di un pasto idoneo alla compagnia di navigazione interessata che provvederà a soddisfare la richiesta del cliente. In mancanza di tale segnalazione, la compagnia non potrà garantire dei cibi privi di glutine, se non confezionati, poiché non si potrà garantire il pieno rispetto delle dinamiche previste per la preparazione di pietanze gluten free, procedure che richiedono tempo e non possono essere improvvisate o seguite in modo parziale nel pieno interesse del soggetto coinvolto.

News Correlate