martedì, 20 Ottobre 2020

Una Ryanair dei treni? L’ad di Trenitalia frena

“Una Ryanair dei treni? Tutto si gioca prevalentemente sul costo del personale. Se vogliamo abbassare gli stipendi, se vogliamo lasciare la gente a casa, quella è una soluzione”. Così l’amministratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, risponde ad una domanda sui rischi legati al fatto che operatori ferroviari stranieri possano introdurre una concorrenza in Italia sul modello di quanto è avvenuto con le compagnia aeree low cost.   

“C’è la clausola sociale – ha aggiunto Morgante – ed io non posso proprio credere che i manager stranieri siano più bravi di quelli italiani. Ci sono operatori stranieri interessati alla nostra rete ferroviaria e ai servizi, alcuni fra l’altro molto attivi – ha ammesso Morgante – ma non so quanto siano attrezzati a sostituirci. In molti casi – ha concluso – vengono a fare shopping in Italia perché finanziati dai loro Paesi”.    

 

News Correlate