mercoledì, 12 Maggio 2021

Crolla il turismo cinese verso il Giappone per le isole contese

TO cinesi cancellano partenze e sospendono vendite pacchetti per il Sol levante

Prime disdette da parte dei turisti cinesi che avevano in programma un viaggio in Giappone, a causa della disputa territoriale sulle isole contese Diaoyu/Senkaku. Tutti i maggior tour operator cinesi stanno cancellando autonomamente le partenze e sono centinaia i turisti che hanno invece chiesto di non partire per il Giappone ed eventualmente recarsi in altri paesi. China Comfort Travel Group Co Ltd, uno dei più importanti tour operator cinese, ha annunciato di aver ordinato la sospensione della vendita dei pacchetti verso il Giappone in tutte le sue 5.500 agenzie diffuse nel paese. Simili le iniziative della Shanghai Spring International Travel Service e di Cyts.

La diatriba Cina-Giappone cade proprio in prossimità del 1 ottobre, giorno in cui ricorre la festa nazionale cinese e tutto chiude per almeno una settimana. La festa rappresenta uno dei momenti topici nei quali i cinesi viaggiano sia nel paese che all'estero. La Spring Airlines, la più grande lo cost cinese con base a Shanghai, ha previsto un abbassamento del numero di passeggeri verso il Giappone superiori al 30% nelle prossime settimane.

News Correlate