martedì, 29 Settembre 2020

Due santuari spagnoli tra percorsi dei pellegrini italiani

Anche se il Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco sta per concludersi, due santuari, nel 2017 riapriranno di nuove le loro porte sante, in quanto luoghi giubilari perenni. Si tratta di Santo Toribio in Cantabria e Caravaca de la Cruz nella provincia di Murcia, ditanti tra loro 800 km, ma accomunati dalla devozione per la Croce di Cristo di cui detengono entrambi una reliquia.  

“Se fosse per noi Papa Francesco – ha detto il vescovo di Cartagena, José Manuel Lorca Planes – già sarebbe qui a Caravaca. D’altronde noi siamo una delle periferie care al pontefice e speriamo che possa prendere in considerazione una visita, anche se sappiamo quanto la sua agenda sia piena di impegni”.

Nel 2017 anche i pellegrini italiani potranno conoscere questi due cammini di fede. “L’Opera Romana Pellegrinaggi da molti anni organizza viaggi in Spagna, soprattutto a Santiago e nei luoghi di Santa Teresa. Il prossimo anno offriremo anche queste due mete giubilari con due percorsi differenti”, ha spiegato il vicepresidente e amministratore delegato della maggiore organizzazione del turismo religioso, monsignor Liberio Andreatta.  

I due santuari sono legati a doppio filo anche con la storia del Paese che subì per secoli la dominazione dei musulmani. Se la sperduta chiesa del Nord fu scelta perché si trovava tra le inaccessibili montagne dei Picos, per quella del Sud c’è una leggenda con tanto di conversione di un re musulmano.

News Correlate