mercoledì, 27 Maggio 2020
TESTMSL

eDreams ODIGEO presenta i risultati dell’esercizio superando le previsioni del 5%

eDreams ODIGEO (www.edreamsodigeo.com) ha comunicato i risultati relativi all’esercizio chiuso il 31 marzo 2019.

“Per il quarto anno consecutivo – ha detto Dana Dunne, CEO di eDreams ODIGEO – la nostra azienda ha conseguito un’ottima performance e solidi risultati. Siamo orgogliosi di aver superato in prestazioni le previsioni per l’intero anno, continuando ad attuare con successo iniziative strategiche che hanno inquadrato il nostro business in una posizione molto più forte che ci assicurerà una crescita sostenibile a lungo termine. Quest’anno, inoltre, abbiamo raggiunto traguardi positivi con il completamento della trasformazione del modello di business della nostra azienda e il lancio di Prime, un programma di abbonamento unico per i viaggi. Il mix tra la penetrazione del mobile come leader di mercato, con le nostre avanzate capabilities nell’intelligenza artificiale e la rivoluzionaria offerta di Prime sono il punto di partenza ideale per la nostra prossima fase di crescita. Nell’esercizio 2019 abbiamo generato una solida performance finanziaria, con un aumento del 5% del Margine sui Ricavi, dovuto principalmente a un aumento del margine sui ricavi per prenotazione del 10%. L’EBITDA rettificato ha segnato un rialzo dell’1%, portandosi a €119,6 milioni nell’esercizio 2019 e superando il dato previsionale iniziale di €118 milioni, con una performance che rispecchia gli investimenti fatti durante l’anno. In linea con le nostre previsioni, l’EBITDA rettificato è aumentato del 37% nel quarto trimestre dell’esercizio 2019. Inoltre, abbiamo proseguito con successo, a vantaggio dei clienti, la diversificazione della nostra offerta di servizi mobili, che rappresenta mediamente il 39% delle nostre prenotazioni per il periodo.

I ricavi provenienti dalla diversificazione continuano a trainare la crescita e forniscono il maggior contributo alla voce ricavi, registrando un incremento del 32% nel corso dell’esercizio 2019 e superando anche i ricavi generati dall’attività tradizionale. Questa crescita impressionante è riuscita a compensare la riduzione intenzionale dei ricavi generati dall’attività tradizionale, che sono scesi a un’incidenza del 37% sul margine sui ricavi del Gruppo nell’esercizio 2019 rispetto al 45% dell’esercizio 2018.

Quale conseguenza voluta del nostro nuovo modello di ricavi, gli indici di diversificazione dei prodotti e di diversificazione dei ricavi sono aumentati, rispettivamente, al 72% e al 44% nell’esercizio 2019, contro il 25% e il 27% dell’esercizio 2015: un’espansione ragguardevole, rispettivamente di 47 e 17 punti percentuali, in soli 4 anni. In particolare, sia i pacchetti dinamici sia i servizi accessori continuano a registrare un forte incremento dei margini sui ricavi – ha detto Dunne – I continui investimenti nella tecnologia mobile hanno permesso un incremento del 43% delle prenotazioni totali tramite dispositivi mobile nell’esercizio 2019, che rappresentano ormai il 39% del totale dei biglietti aerei prenotati, percentuale superiore alla media del settore.

Nell’esercizio 2019, l’indebitamento lordo è rimasto sostanzialmente invariato a quota 3,7 a marzo 2019, rispetto al 3,6 del 2018, confermando la capacità della società di far fronte ampiamente ai propri impegni finanziari.

L’utile netto è risultato pari a €9,6 milioni in conseguenza dell’evoluzione dei ricavi e dei costi, in particolare i costi finanziari relativi al rifinanziamento delle nostre obbligazioni senior 2021 per un importo totale di €28,5 milioni (al netto delle imposte). Le condizioni di collocamento favorevoli delle nuove obbligazioni consentiranno alla società di abbassare la cedola di 300 punti base, risparmiando più di €12 milioni all’anno di interessi e creando le condizioni per aumentare significativamente la generazione di free cash flow.

L’utile netto rettificato, che rispecchia meglio la costante performance operativa dell’attività, si è attestato a €40,2 milioni, in rialzo del 25% rispetto all’esercizio 2018″.

Nei 6 mercati principali (Francia, Spagna, Italia, Germania, Regno Unito e paesi scandinavi), il margine sui ricavi si è attestato nell’esercizio 2019 a €418,1 milioni, facendo segnare un aumento del 2% rispetto al 2018. Tale performance è stata trainata dall’accelerazione degli investimenti per il passaggio al nuovo modello di ricavi nell’esercizio 2019.

La diversificazione dei ricavi ha favorito la crescita negli altri mercati (identificati come “Mercati del resto del mondo”), con un tasso di crescita annuo composto (CAGR) del 21% negli ultimi 4 anni e una crescita del 21% nell’esercizio 2019 rispetto al 2018.

Le massime priorità strategiche per l’esercizio 2020 e gli esercizi successivi consistono nel passaggio da un modello basato su singole operazioni commerciali a un modello basato su servizi in abbonamento, nonché nell’instaurazione di un rapporto con il cliente che ci coinvolga per tutta la durata del suo viaggio e, infine, nel completamento della nostra offerta su dispositivo mobile.

“Siamo impegnati a sviluppare ulteriormente la nostra strategia di diversificazione al fine di soddisfare le esigenze dei nostri clienti in tutte le fasi della loro esperienza di viaggio e stiamo realizzando cospicui investimenti nella fase post-vendita – aggiunge Dunne – Continueremo a testare e ottimizzare la nostra offerta strategica del programma di abbonamento, a espandere la nostra gamma di prodotti e servizi e a proporci in nuove aree geografiche per garantire ai nostri clienti la sicurezza di usufruire dei prezzi più convenienti e perdere meno tempo nella comparazione delle offerte”.

Prevediamo che l’esercizio 2020 sia molto più positivo del 2019, anche se ancora non rispecchierà tutto il nostro potenziale, poiché in alcuni mercati importanti il nuovo modello dei ricavi sarà stato introdotto da meno di 12 mesi.

Nel primo trimestre, tenendo conto degli effetti stagionali e degli investimenti effettuati per completare con successo il passaggio al nuovo modello dei ricavi nell’esercizio 2019, prevediamo una crescita a una cifra inferiore al 5% per i margini sui ricavi, un calo delle prenotazioni e solidi tassi di crescita dell’EBITDA rettificato.

Dal secondo trimestre in poi prevediamo una crescita delle prenotazioni, del margine sui ricavi e dell’EBITDA rettificato, in linea con le previsioni per l’intero esercizio. Ci saranno variazioni trimestrali in base alle diverse tempistiche di introduzione dei cambiamenti nel corso dell’ultimo esercizio.

Di conseguenza, per l’esercizio 2020 prevediamo i seguenti obiettivi annuali:

aumento delle prenotazioni dal 4% al 7% rispetto all’esercizio 2019

aumento dei margini sui ricavi dal 4% al 7% rispetto all’esercizio 2019

EBITDA rettificato compreso tra €130 e €134 milioni

News Correlate