Ferrandino: indispensabile tutelare settore turistico in ambito europeo

“Chiediamo alla Commissione di essere più proattiva nei confronti del turismo, un settore chiave per l’Europa alla luce dell’enorme valore economico ed occupazionale che rappresenta. La risoluzione che abbiamo approvato rappresenta un passaggio chiave, perché consente a concetti come resilienza economica, investimenti sostenibili, sostegno ai lavoratori, linea di bilancio dedicata al settore di entrare ufficialmente nel lessico del Parlamento europeo”. Lo ha detto l’eurodeputato del Partito Democratico Giuseppe Ferrandino, membro della commissione Trasporti e Turismo, a margine della votazione del dossier sul Turismo, passato giovedì in aula a Bruxelles con 587 voti a favore. Il testo, promosso dal gruppo dei Socialisti e Democratici con il sostegno di Popolari, Renew Europe, Verdi e Gue, contiene una serie di indicazioni di quelle che devono essere le linee guida che la Commissione europea dovrà seguire nei prossimi anni per rilanciare uno dei settori maggiormente colpiti dalla crisi CoVid.

“Auspichiamo che gli interventi della Commissione siano immediati – ha aggiunto Ferrandino – ma che si inizi a strutturare anche una strategia sul medio periodo affinché il settore sia tutelato come settore di interesse prioritario per l’Europa. Pretendere che la Commissione preveda nel prossimo bilancio dell’Unione una linea dedicata al Turismo risponde a nostro avviso a questa necessità”.

L’azione del gruppo del Pd al Parlamento europeo si è estesa anche alle pratiche sleali delle compagnie aeree. “Abbiamo presentato una interrogazione – aggiunge Ferrandino, primo firmatario dell’interrogazione – con la quale chiediamo alla Commissione di intervenire per contrastare le strategie di vendita attuate negli ultimi mesi dalle compagnie aeree, a nostro avviso in aperto contrasto con i regolamenti europei, accompagnandola ad una lettera indirizzata ai commissari Vestager, Breton e Valean, con la quale denunciamo la pratica dei voli fantasma e le difficoltà ad ottenere rimborsi per i voli cancellati da parte dei consumatori”.

News Correlate