mercoledì, 23 Giugno 2021

L’Italia turistica con Enit in vetrina all’Open di Madrid

Per la prima volta in assoluto un Paese straniero presenta la propria offerta turistica all’Open di Madrid. È quello che sta facendo Enit con l’Italia alla 14ma edizione del Mutua Madrid Open-ATP World Tour in corso fino a domenica 14 maggio.

Dopo la campagna social lanciata in occasione delle Olimpiadi 2016 in Brasile, che vedeva il connubio turismo ed enogastronomia, Enit continua a puntare sullo sport come veicolo di promozione del Made in Italy nella sua più ampia accezione, in uno dei Paesi europei che maggiormente apprezza le nostre località turistiche.

Il racconto dell’Italia in un video da 30” in onda sui monitor ufficiali presenti su tutti i campi di gioco, l’attività sui social media in collaborazione con i canali organizzativi del Campionato, il lancio di un concorso a premi, sono gli elementi principali che compongono il concept promozionale ideato dall’Agenzia per questo evento, oltre alla distribuzione di materiale promozionale, gadgets e attività di comunicazione con agenzie giornalistiche, blogger e tour operator. Il doppio concorso dedicato al pubblico spagnolo ha come hashtag #sueñaitalia ed è stato lanciato sui canali Instagram e Twitter. I selfie dei visitatori scattati nella “Boutique Italia” saranno premiati a fine manifestazione. In palio due voli a/r per qualsiasi destinazione italiana offerti da Vueling e un viaggio per due persone offerto dal TO “Via con me”.

La Spagna è tra i primi dieci bacini del nostro incoming come confermano le indagini condotte dalla sede Enit di Madrid presso i TO locali, che hanno stimato per la primavera in corso, un aumento dei flussi verso il nostro Paese di circa il 13-15% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Per il 2016 i dati di Banca d’Italia hanno registrato oltre 2,3 milioni di viaggiatori provenienti dalla Spagna (+2,2% sul 2015) che hanno generato 14,1 milioni di pernottamenti. La spesa dei viaggiatori spagnoli in Italia ha superato l’1,1 miliardi di euro, mentre, se si considera il solo motivo di vacanza si ha un importo pari a 620 milioni di euro, con un incremento dello 0,5% sul 2015.

Dall’altro lato, la vacanza sportiva ha interessato oltre 800 mila viaggiatori con 3 milioni di pernottamenti per una spesa complessiva di circa 350 milioni di euro confermandosi come un settore di traino che ha portato in Italia negli ultimi anni un sempre maggior numero di turisti stranieri.

News Correlate