mercoledì, 19 Gennaio 2022

Italiani in partenza: per le feste vincono i soggiorni brevi. Toscana e Spagna al top

Cresce la voglia di partire, anche se per vacanze brevi e se in Italia si sceglie la Toscana, estero significa Europa, con la Spagna in testa. Tra Natale, Capodanno e l’Epifania saranno poco più di otto milioni gli italiani che si metteranno in viaggio per turismo. Quasi 600mila in più dell’anno scorso. Segnando una crescita del 7,8%. La previsione di spesa media del viaggio in Italia raggiunge i 394 euro, per la spesa pro capite giornaliera si attesta a 89 euro. Circa 1,36 milioni di italiani, pari al 18% del totale, si recheranno all’estero. Complessivamente il fatturato del turismo natalizio degli italiani che rimarranno nel nostro Paese ammonterà a 2,5 miliardi di euro. Le previsioni sono contenute in un’indagine di CNA Turismo che rileva come oltre quattro milioni di italiani rimarranno fuori dalla propria abitazione principale per almeno quattro notti e 3,7 milioni da una a tre notti nel periodo che intercorre tra il 20 dicembre 2019 e il 6 gennaio 2020.

A trainare l’incremento dell’andamento complessivo saranno le vacanze brevi: i pernottamenti da una a tre notti sono destinati ad aumentare del 14% contro una crescita, comunque lusinghiera, del 7,9% delle vacanze più lunghe.

Fedeli al motto “Natale con i tuoi…” gli italiani eleggono come periodo preferito per andarsene in vacanza nel lungo ponte tra dicembre e gennaio i giorni a cavallo di Capodanno, seguiti da quelli che portano all’Epifania e, buon ultimo, il periodo a ridosso del Natale.

Il soggiorno nelle classiche strutture alberghiere da predominante che era in passato è sceso sotto il 50% delle opzioni. Saranno 3,6 milioni infatti gli italiani che le preferiranno contro 3,2 milioni diretti in alloggi di proprietà e 1,1 milioni in strutture extralberghiere.

Toscana, Lombardia ed Emilia Romagna sono le regioni che saliranno sul podio delle mete preferite. In particolare, verso la Toscana si sposteranno 766mila italiani, verso la Lombardia saranno in 614mila e verso l’Emilia Romagna in 592mila. Una graduatoria merito, principalmente, dell’attrazione crescente esercitata sui turisti da città d’arte e borghi storici.

Spagna, Francia, Germania, Regno Unito e Olanda sono invece i cinque Paesi preferiti dagli italiani che andranno all’estero in vacanza nelle festività natalizie.

Saranno circa 1,36 milioni i nostri connazionali decisi a varcare i confini tra il 20 dicembre 2019 e il 6 gennaio 2020. Intorno al 18 per cento degli italiani che nel periodo festivo si muoveranno dalla propria abitazione principale per turismo.

Nel complesso, il peso economico del flusso turistico italiano verso l’estero nel periodo in esame è calcolato intorno al miliardo e mezzo. La spesa media per un viaggio oltre confine è prevista in 886 euro. E quella giornaliera pro capite in 131 euro.

La maggioranza degli italiani esterofili rimarrà all’interno dell’Unione europea. Ma non mancano le mete esterne al Vecchio Continente. A completare la top ten dei Paesi stranieri scelti dagli italiani per occupare il proprio tempo libero a cavallo del nuovo anno, infatti, vengono nell’ordine: Svizzera, Stati Uniti d’America, Svezia, Portogallo e Giappone. Due destinazioni extra-europee tra le prime dieci (Usa e Giappone) cui si aggiunge il Brasile, che occupa l’11esimo posto. Nelle posizioni di rincalzo oltre a qualche “sempreverde” (dalle Maldive alle Seychelles) alcune new entry: Malta in Europa, Oman e Dubai nel Golfo Persico, Argentina e Cile in Sud America.

News Correlate