sabato, 8 Maggio 2021

Portare il lavoro in vacanza: perchè scegliere un camper come ufficio

La scelta degli italiani di privilegiare relax, lentezza e spazi aperti ha portato quest’estate al vero e proprio trionfo della vacanza in camper, soprattutto per viaggi nel Belpaese. A confermarlo Indie Campers, tra le principali realtà nel noleggio camper in Europa. In Italia dal 2017, l’azienda afferma che nel trimestre giugno-agosto le prenotazioni in Italia sono triplicate rispetto al 2019, con viaggiatori in partenza prevalentemente da Milano (35%), Roma (24%) e Olbia (13%).
Avere la possibilità di viaggiare in modo flessibile nonostante il contesto attuale è, sicuramente, la ragione principale per cui ultimamente abbiamo visto così tante persone partire per il loro primo viaggio in camper”, sostiene Edoardo Barge, Country Manager Italia dell’azienda.

L’estate volge al termine e per alcuni segna il ritorno in ufficio a tempo pieno, mentre per molti la formula del lavoro a distanza sarà ancora la norma. Grazie a una nuova visione dell’organizzazione del lavoro attraverso lo smart working, il proprio pc portatile permette di lavorare ovunque. Basta aggiungere una buona connessione wifi ed il gioco è fatto.

Lavorare dove vogliamo rende più felici, con un’influenza positiva sulla performance. Così come nel lavoro da remoto, il camper rafforza la libertà di tempo e spazio.

Rispetto a un viaggio tradizionale, la necessità di pianificazione si riduce notevolmente. Senza vincoli di check-out o prenotazioni con largo anticipo, sarà possibile risparmiare in spostamenti e budget. Oltre a garantire igiene e sicurezza, non dover ricorrere a più mezzi di trasporto diventa utile per fare tesoro del proprio tempo, gestendolo al meglio tra ore lavorative e interessi.

News Correlate