giovedì, 5 Agosto 2021

Continua il boom degli affitti brevi: in Italia gli ospiti di Sweetguest a+186% nel 2018

Il settore degli affitti brevi continua a crescere in Italia e gli ultimi dati Sweetguest lo confermano. La startup nei primi 9 mesi del 2018 ha registrato un incremento del numero di ospiti accolti del +186%, delle notti prenotate del +234% e del fatturato aziendale del +135% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, generando 5.150.000 euro in valore per gli immobili gestiti.

La crescita è stata anche affiancata da quella del team, che nel 2018 è cresciuto del +67% e che ha visto raggiungere la quota di giovani occupati under 30 del 75% sullo staff totale. Uno sviluppo virtuoso e controcorrente rispetto al trend nazionale, che invece vede il tasso di inattività nella fascia 25-34 anni attestarsi intorno al 27%.

“Siamo orgogliosi della realtà che stiamo costruendo. Crediamo moltissimo nelle potenzialità dei giovani che vogliono impegnarsi in qualcosa di concreto, mettendo a disposizione del nostro progetto le loro capacità e passioni – ha detto Edoardo Grattirola, Co-Founder di Sweetguest – Il nostro settore richiede competenze, ma è in continua evoluzione, e questo rappresenta una grande opportunità per chi ha fame di imparare, come i giovani. Il contributo del nostro team giovane e dinamico è stato fondamentale per farci raggiungere questi risultati”.

Dati in crescita anche su Milano, che da gennaio a settembre 2018 ha incrementato il numero degli ospiti accolti del +131% e delle notti prenotate del +166%. Risultati che confermano le opportunità offerte ai proprietari che desiderano affittare su Airbnb per valorizzare al meglio le proprie case, soprattutto nelle grandi città, dove turismo e grandi eventi attirano un gran numero di visitatori e rappresentano ottime occasioni per gli affitti a breve termine. Durante l’ultima Fashion Week di Milano, per esempio, le case gestite da Sweetguest hanno raggiunto tassi di occupazione del 96%.

Una crescita che vede le sue fondamenta in un servizio di gestione a 360° dove all’accoglienza e all’ospitalità viene riservata la massima cura: l’80% degli ospiti accolti dal team Sweetguest nel 2018, infatti, proviene dall’estero, un dato che avvalora l’opportunità offerta da Airbnb, che permette ai proprietari di ampliare la visibilità a un pubblico di turisti internazionali, ottimizzando l’occupazione delle case.

Un impegno che si riflette nei numeri, ma anche nella soddisfazione dei clienti: per l’eccellenza nella gestione dei profili e degli immobili, per i risultati e standard qualitativi garantiti sia ai proprietari, sia ai viaggiatori, Sweetguest è stata selezionata da Airbnb come primo partner italiano ‘Professional Co-Host’, titolo riconosciuto alle aziende che hanno ottenuto i migliori risultati nello svolgimento del ruolo di ‘host’ Airbnb per conto dei proprietari di immobili, che vengono affiancati in ogni fase, dalla creazione del profilo, alla gestione degli adempimenti burocratici e delle relazioni con le istituzioni, ai servizi operativi necessari per gli affitti, come pulizie, servizio lavanderia, shooting fotografico degli spazi, check-in, e gestione del rapporto e delle comunicazioni con gli ospiti.

News Correlate