martedì, 20 Ottobre 2020

GuesttoGuest si espande e acquisisce HomeExchange

GuesttoGuest, comunità globale per lo scambio di casa, ha acquisito HomeExchange, società statunitense per lo scambio di casa internazionale. L’acquisizione segna un momento cruciale per l’industria del turismo poiché insieme queste società creano il gruppo leader mondiale del mercato dello scambio di casa, con oltre 400.000 case nel loro repertorio collettivo.

I fondatori di GuesttoGuest Charles-Edouard Girard ed Emmanuel Arnaud hanno raccolto oltre 35 milioni di dollari per realizzare una maggiore crescita esterna, tra cui l’acquisizione di HomeExchange e per lo sviluppo del prodotto. “GuesttoGuest è cresciuta in maniera spettacolare da quando è stata fondata nel 2011. In soli tre anni, il numero di case sul sito è sestuplicato (da 38.000 nel 2014 a 280.000 oggi). HomeExchange aiuterà a unificare e a far crescere questa comunità con i suoi quasi 30 anni di esperienza”, dicono Charles-Edouard ed Emmanuel.

I due marchi resteranno separati e continueranno a operare all’interno del proprio spazio e base di utenti. GuesttoGuest ha 280.000 schede in 187 Paesi ed ha un grosso seguito specialmente nei mercati europei mentre HomeExchange ha 67.000 schede in 150 Paesi e ha un seguito maggiore nel mercato statunitense. L’unione di GuesttoGuest e HomeExchange permetterà una copertura maggiore e sinergica dell’industria dei viaggi.
GuesttoGuest rimarrà gratuita per i suoi utenti e si concentrerà su un pubblico più giovane mentre HomeExchange, che fa pagare una quota annuale a seconda del livello di accesso, continuerà a dedicarsi a un tipo di viaggiatore più maturo in cerca di esperienze significative.
Lo scambio di casa permette alla gente di offrire e trarre vantaggio da alloggi gratuiti in tutto il mondo senza uno scambio di denaro.

News Correlate