sabato, 15 Giugno 2024

Manifesto per promuovere Torino città del MICE

Dieci buone ragioni per promuovere Torino e il Piemonte come destinazione per il mercato fieristico, congressuale e Mice (Meetings, Incentives, Conventions, Exhibitions): è il Manifesto ideato da Gl events Italia e già sottoscritto da Aeroporto di Torino, Cci (Centro Congressi Internazionale), Confartigianato, Confindustria Piemonte, Exclusive Brands Torino, Nexto, Ordine Architetti di Torino, Taxi Torino, Torino Stratosferica, Unione Industriali di Torino. Una squadra che si appella alle istituzioni, alle quali il Manifesto è stato trasmesso, compresi i candidati alle prossime elezioni regionali affinché sostengano lo sviluppo della filiera, come volano per la crescita del sistema economico locale.

Le dieci buone ragioni per promuovere il turismo Mice sono identificate nella posizione strategica di Torino e del Piemonte, nelle infrastrutture, nel dinamismo dell’industria e della tecnologica, nella presenza di istituzioni accademiche di prestigio, nella capacità di investire in innovazione e ricerca. Il turismo congressuale e fieristico – spiegano i promotori – porta con sé la richiesta di servizi di alloggio, di mobilità, di ristorazione, favorisce il commercio, le attività culturali e di intrattenimento. Serve quindi, in primo luogo, rafforzare il raggio di azione del convention bureau, punto di riferimento per chi vuole organizzare eventi a Torino e in Piemonte, offrendo supporto, risorse e coordinamento.

“Nell’anno in cui Torino è anche Capitale della cultura d’impresa, nella convinzione che la valorizzazione dell’economia locale passi anche dal turismo congressuale e fieristico, con questo Manifesto ci rivolgiamo alle istituzioni, agli attori locali e alla comunità per unire le forze e promuovere Torino come polo di rilievo internazionale. Ci appelliamo alla necessità di valorizzare le potenzialità della città e della regione e di investire nelle infrastrutture e risorse per consolidarne la posizione nel panorama globale. Investire nel turismo congressuale e fieristico significa investire nel futuro e nel benessere della comunità”, spiegano i firmatari del Manifesto.

News Correlate