lunedì, 30 Novembre 2020

Torino si prepara al 2015 con mostre d’eccezione

La città di Torino sta preparando il calendario degli eventi culturali per il 2015 nell’ottica di conquistare turisti sfruttando l’opportunità offerta da Expo 2015.

“Quest’anno Torino farà un ulteriore salto in avanti: l’agenda è ricca di mostre e grandi appuntamenti”, sottolinea Maurizio Braccialarghe, assessore comunale alla Cultura.   
Nel periodo dell’Expo a Torino ci saranno la mostra di Amedeo Modigliani alla Gam e una rassegna di arte contemporanea tra Gam, Fondazione Sandretto, Castello di Rivoli e Fondazione Merz.

“Entro la metà di settembre – assicura Braccialarghe – arriverà l’attesa mostra di Claude Monet, inizialmente prevista per aprile. Abbiamo dovuto rivedere il calendario – spiega  – perché avremmo perso l’occasione di avere in prestito 4 opere imperdibili. Sarà una mostra eccezionale, la più grande sull’artista in Italia e comunque coprirà un mese e mezzo del periodo dell’Expo”.     

Altra mostra è quella dedicata a Raffaello e organizzata in collaborazione con i Musei Vaticani che aprirà alla Reggia di Venaria il 26 settembre, mentre dal 19 marzo, alla Pinacoteca Agnelli, sarà esposta ‘La Madonna del divino amore’ dello stesso Raffaello.

A fine anno arriverà la rassegna ‘Dal classicismo all’Impressionismo. Ermitage e Louvre per tre secoli di pittura francese’, collezione dei pittori francesi tra i quali gli Impressionisti, a Palazzo Madama, dove sono in agenda dal 24 marzo la mostra ‘Fotografia neorealista in Italia’ organizzata con il Museo del Cinema e dal 31 marzo ‘Time-table. Venti secoli di tavole imbandite’.   

Tra gli eventi del 2015, da non dimenticare l’inaugurazione l’1 aprile del Museo Egizio, completamente rinnovato. Intanto, fino al 25 gennaio prosegue la mostra dedicata a Roy Lichtenstein alla Gam; prorogata fino al 31 marzo la rassegna ‘Piccoli Principi’ a Stupinigi organizzata dalla Fondazione Ordine Mauriziano.

News Correlate