Quasi sold out per il Capodanno a Torino. Bene anche valli olimpiche

Registrano un aumento i dati previsionali sull’occupazione alberghiera per il Capodanno 2020, a Torino e in provincia, con una percentuale di camere prenotate intorno all’80%, contro il 75% dello stesso periodo dell’anno scorso.

“Torino resta una città con potenzialità turistiche molto elevate sulle quali riteniamo sia necessario investire con coraggio e determinazione”, spiega Fabio Borio, presidente di Federalberghi Torino, secondo cui occorre “mettere al centro la promo-commercializzazione di Torino e della sua provincia”.
Positivi anche i dati nei comprensori sciistici delle Valli Olimpiche, con una occupazione delle camere molto alta, “a conferma di come le vacanze di Natale in montagna siano una garanzia – dice Giorgio Montabone, presidente Federalberghi Bardonecchia – le nostre Valli si confermano una delle mete più gettonate per gli amanti dello sci, merito anche delle delle strategie di promozione del territorio sviluppate in questi anni”.

News Correlate