martedì, 31 Gennaio 2023

Wizz Air chiude la base di Bari. AdP corre si ripari e Ryanair lancia la rescue fares

Wizz Air ha deciso di chiudere la sua base all’aeroporto di Bari-Palese. A partire dal 16 febbraio 2023, gli aeromobili attualmente basati nello scalo pugliese saranno riassegnati per supportare l’espansione a Roma e Milano. Lo riferisce la compagnia aerea in una nota. Nonostante la cancellazione di alcuni voli da Bari, la compagnia continuerà a volare sull’aeroporto del capoluogo pugliese e a servire i suoi passeggeri con voli da Budapest (Ungheria), Bucarest, Cluj-Napoca, Lasi, Timisoara (Romania), Tirana (Albania), Varsavia, Breslavia (Polonia).
“Nella consapevolezza che i vettori si muovono in un contesto di libero mercato e di forte competizione con altri vettori concorrenti, prendiamo atto della decisione di WizzAir di riorganizzare il proprio network sull’intero mercato italiano. In ogni caso – afferma il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile – stiamo già operando per ristabilire nel più breve tempo possibile adeguati livelli alternativi di connettività aerea, al fine di garantire le migliori condizioni di servizio per la clientela. In questo contesto, infatti, sono già programmate una decina di nuove rotte che verranno operate da altri vettori alcuni dei quali, come Norwegian e AerLingus, presenti per la prima volta in Puglia, alle quali si aggiungeranno – conclude  – le destinazioni servite da vettori storici già presenti sui nostri scali come Ryanair, Volotea e Brussells Airlines”.
Per far fronte alla situazione Ryanair ha lanciato tariffe di salvataggio (rescue fares) da 29,99 euro per accogliere i viaggiatori italiani colpiti dalla chiusura da parte di Wizz Air della propria base di Bari dal 16 febbraio. Queste tariffe di salvataggio sono ora in vendita su Ryanair.com per i viaggi da/per Bari, comprese le principali rotte internazionali come Budapest, Londra, Praga, Skiathos, Sofia, Tel Aviv, Vienna e Varsavia, nonché rotte nazionali come Milano, Torino, Venezia e Verona.
“Mentre Wizz Air sta chiudendo un’altra base in Italia, Ryanair ancora una volta salva la situazione con tariffe di salvataggio (rescue fares) da soli € 29,99 per accogliere i viaggiatori italiani colpiti dalla chiusura della base di Bari da parte di Wizz Air dal 16 febbraio”, ha detto il Country Manager per l’Italia, Mauro Bolla.

 

News Correlate