Bari al top in Puglia per presenze turistiche

La Puglia è  da tempo al top tra le regioni italiane interessate dai flussi turistici. L’anno scorso i visitatori hanno superato quota 13 milioni, con un incremento del 20% rispetto all’anno precedente. Ma la crescita è destinata a continuare anche per il 2014. Secondo i dati dell’Osservatorio regionale sul Turismo, commissionati dall’agenzia Pugliapromozione, nel I trimestre e nel ponte di Pasqua si è registrata una significativa crescita, al tempo stesso sono aumentati anche gli arrivi negli aeroporti: a Bari e Brindisi i passeggeri sono aumentati del 2%; in crescita anche i voli internazionali, con un +4,7%.
Le prime presenze di inizio estate e le prenotazioni per agosto fanno prevedere un trend in crescita. Mare a parte, l’offerta turistica pugliese è caratterizzata da una buona accoglienza anche nell’entroterra, oltre che nella grandi città. Tra le mete destinate a giocare un ruolo da protagonista spicca il capoluogo regionale pugliese. 
Già nel 2013 Bari ha fatto registrare 297mila arrivi , di cui circa 220mila italiani e oltre 76mila stranieri.
Ma l’appeal turistico di Bari è testimoniato soprattutto dai dati relativi alle presenze: nel 2013 in città ne sono state registrate 551mila, collocando il capoluogo davanti a realtà quali Fasano, Lecce, Gallipoli, Ostuni e San Giovanni Rotondo.  Per il 2014 Bari punta a incrementare queste cifre.
Negli ultimi 15 anni la prima città della Puglia ha cambiato volto: Bari Vecchia, oggi ricca di locali per il divertimento e botteghe artigiane. Al tempo stesso è stata arricchita la proposta degli eventi destinati ad attirare i visitatori. Ogni sabato, fino alla fine di settembre, ad esempio, nelle ore serali resteranno aperti al pubblico il Castello Svevo, la Basilica di San Nicola, la Cattedrale di San Sabino, il Museo diocesano, Palazzo Simi. Previste inoltre visite guidate nel centro storico e nella Bari sotterranea.

News Correlate