martedì, 30 Novembre 2021

Porto Cesareo, sott’acqua con la cartina plastificata

L’idea in occasione di una gara mondiale di fotografia subacquea

In occasione della 1° edizione della gara mondiale di fotografia subacquea “Deep Blue”, l’Area marina protetta di Porto Cesareo ne ha inventata una nuova: la cartina plastificata tascabile di sette pagine per trovare le “strade” subacquee più belle e suggestive dello Ionio. La cartina sarà infatti utilizzata dagli atleti che parteciperanno alla gara ma in seguito sarà utile per tutti i turisti subacquei. Organizzata dalla Cmas (Confederazione Mondiale Attività Subacquee), la gara vedrà i migliori quindici atleti del mondo contendersi il premio nelle acque ioniche e adriatiche e, precisamente, nei fondali di Nardò – Porto Selvaggio, e nella Riserva Marina di Torre Guaceto: gli atleti cattureranno le immagini più emozionanti itinerando nei campi di gara predisposti per essi, con il supporto di mezzi e strutture messi a disposizione dagli organizzatori. L’evento si inserisce nel Progetto Interreg Italia – Albania “Sentieri Blu”, cui l’Area Marina protetta di Porto Cesareo ha partecipato in qualità di partner, con la realizzazione di sentieri sommersi per la valorizzazione e la fruizione sostenibile del patrimonio marino.

News Correlate