Nuovo sistema di accoglienza turistica per Brindisi

Comune e imprenditori pensano ad un piano permanente

Brindisi studia una nuova accoglienza per i turisti. Ne hanno discusso il vice sindaco, Mauro D'Attis, gli assessori al Turismo Teo Titi, alla Viabilità Paolo Chiantera ed alle Attività Produttive Francesco Renna, i dirigenti delle Ripartizioni interessate, il Presidente della Camera di Commercio Alfredo Malcarne, il segretario generale dell'Autorità Portuale Nicola Del Nobile, il direttore della Confcommercio Giuseppe Marchionna, il presidente della Confesercenti Antonio D'Amore, il direttore della CNA Sonia Rubini e il direttore della Confartgianato Antonio Solidoro.
La necessità, ribadita da tutti i partecipanti al tavolo di lavoro, è quella di dar vita ad un Sistema di accoglienza in grado di funzionare non soltanto durante l'approdo in porto di navi da crociera. Per far questo, è necessario che ciascuno dei protagonisti individui i possibili settori di intervento dove può offrire un contributo fattivo.
Da qui la proposta di costituire un gruppo permanente di lavoro che prenda in esame tutte le problematiche strettamente collegate all'accoglienza turistica riguardanti la viabilità ed i parcheggi, la riqualificazione urbana, le condizioni igienico-sanitarie della città, la dislocazione degli approdi nell'ambito del porto, tutti i possibili attrattori turistici, la capacità di intercettare almeno una parte dei passeggeri che utilizzano lo scalo aeroportuale brindisino, un programma di iniziative estese non soltanto al periodo estivo e che vedano il coinvolgimento diretto anche dei commercianti, le iniziative di marketing territoriale e una nuova pianificazione commerciale.
A tal proposito, il vice sindaco ha reso noto che nelle prossime settimane giungerà una risposta dalla Regione Puglia in riferimento alla possibilità di poter disporre di un apposito finanziamento per la riqualificazione commerciale di Brindisi.

 

News Correlate