venerdì, 21 Gennaio 2022

‘Un reporter in valigia’ scende sotto terra alla scoperta dei frantoi ipogei

Dalle ricche decorazioni del barocco salentino alla vita miserabile dei ‘trappitai’. Prosegue il viaggio di ‘Un reporter in valigia’ alla scoperta del Salento fuori stagione e nelle aree interne. Il terzo episodio, pubblicato oggi sul canale YouTube della web-serie, fa tappa a Tricase, Presicce e Ugento.
“Barocco e trappitai hanno un destino intrecciato –  spiega l’autore e viaggiatore Mirco Paganelli – Grazie al duro lavoro sotto terra dei frantoiani nella produzione di olio da combustione, tra Seicento e Settecento i signori di queste terre si sono arricchiti decorando palazzi e chiese con l’esuberanza dello stile barocco”. È il paradosso del frantoiano, come lo definisce il video-maker nell’episodio: ‘Privati della luce per illuminare l’Europa’.
Il Barocco lo si ritrova a tavola nel castello di Ugento con la cucina della chef Tommaso Sanguedolce. Un’esperienza gastronomica votata al recupero e alla riscoperta della tradizione mediterranea. Un itinerario insolito, quello percorso dalla web-serie. “Il Salento delle aree interne ha molto da offrire anche quando i tempi dei tuffi in mare sono passati – rileva Paganelli -. Una terra fatta di silenzi, sapori e cultura”.

News Correlate