giovedì, 24 Settembre 2020

Fiavet Sardegna: anno terribile con cali a doppia cifra

Manunza: isola inaccessibile, siamo tornati indietro di 30 anni

“Il turismo in Sardegna sta sparendo. Siamo tornati indietro di 30 anni. Il 2012 si preannuncia un anno terribile con cali a doppia cifra in tutti i maggiori centri turistici dell'isola”. A lanciare l'allarme Enzo Manunza, presidente di Fiavet Sardegna in merito alla stagione turistica 2012. “Il turista – ha spiegato – sceglie la propria destinazione anche in base al tempo ed al costo per raggiungerla. Ebbene siamo riusciti nell'impresa di rendere inaccessibile la nostra isola”.
Infatti, la Sardegna oltre al calo del trasporto marittimo subisce anche una notevole riduzione dei trasporti aerei.
“La Sardegna è vocata ad accogliere turisti. In un contesto di mercato dove il settore industriale è in estrema crisi ci saremmo aspettati uno sforzo da parte delle istituzione per valorizzare il nostro settore. Non ci stancheremo mai di ripetere che gli investimenti nel turismo generano ricchezza nelle economie locali per il semplice fatto che il turismo, a differenza degli altri settori, può essere sviluppato solo sul territorio. I settori industriali – aggiunge Manunza – possono scegliere rispetto alla convenienza economica di spostare i loro insediamenti in altri contesti di mercato al momento più favorevoli. I fatti di questi anni sono la dimostrazione reale di quanto esposto”.
Manunza ha parlato anche di abusivismo che “in alcune aree della nostra regione assorbe oltre il 30% del volume di affari generato dal turismo a discapito delle casse erariali dello Stato, della mancata sicurezza dei turisti, della mancata creazione di posti di lavoro regolati e, non ultimo, degli imprenditori che tutti i giorni rispettano le regole. Non possiamo più permettere – conclude Manunza – che le autorità competenti affrontino il settore con approssimazione, senza nessuna strategia e, fatto ancora più inspiegabile, senza il confronto con le associazioni di categoria. L’esperienza e la professionalità delle nostre imprese sono fondamentali. Comunque, come sempre, Fiavet Sardegna non si tira indietro e si rende immediatamente disponibile ad un confronto immediato, trasparente e costruttivo”.

News Correlate